lunedì 22 Luglio, 2024
26.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

La Scozia è primo Paese ad introdurre temi LGBTQ+ a scuola

Il Parlamento ha detto sì alla procedura speciale in base alla quale non vi sarà l’esame degli articoli della disposizione contro l’omotransfobia e le discriminazioni contro donne disabili e comunità LGBTQ+: è la cosiddetta “ghigliottina” parlamentare, quella procedura che impone un limite di tempo prestabilito entro cui la discussione parlamentare deve cessare.

Si blocca, così, l’iter in Senato del DDL Zan, che era stato approvato dalla Camera.

“Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità”.

Questo è il titolo completo della proposta di legge, che non è andata a genio a molti. Sono state approvate, per l’appunto, con 154 voti favorevoli, 131 contrari e 2 astenuti gli strilli di Lega e Fdl di non passaggio all’esame degli articoli del DDL Zan, la suddetta “tagliola” del Parlamento.

La “tagliola”, o “ghigliottina”, è prevista dall’articolo 96 del Regolamento del Senato, che prevede quanto segue:

“prima che abbia inizio l’esame degli articoli di un disegno di legge, un senatore per ciascun gruppo può avanzare la proposta che non si proceda a tale esame”.

Una mossa, dunque, che affossa in modo definitivo la legge contro misoginia omotransfobia e abilismo (il DDL Zan avrebbe previsto anche tutele per le discriminazioni e gli atti di violenza subiti dalle persone disabili), che non andrà avanti e non potrà più essere esaminato. Il disegno di legge era già rimasto incatenato a lungo, sollevando ingenti polemiche e tracciando un confine netto tra i suoi sostenitori e i suoi detrattori.

L’esempio della Scozia relativo ai temi LGBTQ+

La Scozia, nel frattempo, è definitivamente diventata il primo Paese al mondo a concretare un programma riguardante i temi LGBTQ+ nelle scuole. Secondo l’agenzia di stampa scozzese The Scotsman, i docenti hanno dato vita ad un sito web in grado di offrire un corso di e-learning su argomenti didattici attinenti alla comunità LGBTQ+, come pure una serie di piani di lezione inclusivi e materiali di supporto educativo.

A partire dall’Aprile 2017, il Governo scozzese aveva inaugurato una collaborazione con l’associazione LGBT+ Time For Inclusive Education (TIE) generando il LGBTI Inclusive Education Working Group. Sostanzialmente, si trattava di un gruppo di lavoro che incorporava svariati esponenti e associazioni LGBT, con lo scopo di potenziare un progetto di isegnamento inclusivo. Quel progetto si è concluso nel 2018 e ha fornito al governo numerose raccomandazioni, le quali sono state interamente accettate dai ministri scozzesi, lasciando in eredità un percorso accademico dedicato integralmente ai temi LGBTQ+.