4shared
4.3 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Steiner: il maestro mette il seme nel bambino

Steiner afferma che in questo metodo educativo-didattico il ruolo del maestro è quello di mettere il seme nel bambino

Da non perdere

La scuola Waldorf- Steiner è un metodo  didattico-educativo.

Il promotore di questo metodo educativo fu Rudolf Steiner, che era un filosofo e matematico austriaco.

Dunque, quali sono le caratteristiche principali della scuola Waldorf- Steiner?

Essa si differenzia dalla didattica tradizione perchè  si pone come obiettivo quello di integrare sia le componenti fisiche che quelle spirituali del bambino. 

Infatti, questa scuola rispetto a quella tradizione non tiene conto dei livelli di conoscenza e non li reputa obbligatori.

Mentre, si evidenzia che la didattica tradizionale si basa proprio sul far sviluppare ai bambini doti cognitive e intellettuali.

Pertanto, in questo metodo educativo, Steiner sostiene che il percorso educativo debba avere tre cicli:

  • il primo, ovvero dalla nascita ai sette anni,
  • il secondo, cioè dai sette ai quattordici anni
  • il terzo, ossia dai quattordici ai ventuno anni.

Quindi, nel primo ciclo, questo metodo educativo afferma che il bambino deve vivere in un mondo buono, pieno di fantasia e stimoli che provengono dall’esterno.

In particolare, in questo primo ciclo il gioco è un mezzo di conoscenza essenziale per comprendere il mondo e apprendere la manualità.

Invece, il secondo ciclo si basa sulla conoscenza del senso estetico e del mondo dei sentimenti.

A tal proposito, si sottolinea che in questo ciclo aumentano i momenti di socialità.

Pertanto, in questa fase aumenta: il pensiero, la ricerca del bello e lo sviluppo dell’apprendimento creativo.

Infine, nel terzo ciclo si tende a stimolare:

  • le capacità del pensiero logico,
  • il ragionamento astratto
  • la ricerca del vero.

Inoltre, è molto importante spiegare che nella scuola Waldorf- Steiner l’educatore ha un ruolo importante.

In particolare, l’educatore svolge il ruolo di mantenere l’equilibrio in vari temperamenti di ogni bambino, permettendo che le forze presenti in loro si manifestino e si sviluppino in modo libero.

Pertanto, Steiner afferma che il ruolo del maestro è quello di mettere il seme nel bambino.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli