21.2 C
Napoli
giovedì, 6 Ottobre 2022

I germogli di cotone uccisi dal freddo lunare

Destinati ad una breve vita i primi germogli nati sulla Luna, uccisi dalla gelida notte lunare

Da non perdere

Non hanno avuto vita lunga i primi germogli che la sonda Chang’e-4 ha portato sulla Luna.

A riportare la notizia è stata l’agenzia di stampa cinese China News Service.

Con l’arrivo della lunga notte, sul lato nascosto del nostro satellite, la temperatura, all’interno della mini biosfera della missione Chang’e-4, è infatti scesa di 52 gradi sotto lo zero.

Dopo 213 ore dell’esperimento che ha avuto inizio il 3 gennaio 2019, poche ore dopo l’allunaggio della sonda cinese Chang’e-4, i piccoli germogli sono stati uccisi dal freddo.

Questo non ha però scoraggiato i tecnici del Cnsa, agenzia spaziale cinese, che si sono detti comunque soddisfatti dei risultati raggiunti.

Infatti è loro il record assoluto dato dalla prima nascita di vita vegetale al di fuori del pianeta Terra e che ha rappresentato uno step importante per avere la possibilità di sperimentare la coltivazione di frutta e verdura come fonte di sostentamento, su altri pianeti, per future colonie umane.

All’interno della mini serra della sonda Chang’e-4 sono presenti anche altre forme di vita vegetale e non, come i semi di Arabidopsis, genere di piccola pianta da fiore molto importante in quanto utilizzata come organismo modello per lo studio della biologia vegetale, i semi di patata, colza e uova di moscerino da frutta.

Diversamente dalla pianta del cotone, tutti gli altri organismi all’interno della mini serra non hanno dato alcun segno di vita.

Al momento tutto il materiale biologico presente, per la missione, risulterebbe congelato a causa del drastico calo di temperatura e con la fine della lunga notte lunare, la cui durata è di circa due settimane e il ristabilirsi della temperatura sulla Luna si rischia di andare incontro alla decomposizione del materiale stesso.

Secondo quanto riferito dalla China News Service, il materiale biologico, onde evitare di inquinare la superficie lunare, verrà posto e sigillato in un serbatoio.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli