Diego Armando Maradona: una Piazza per il campione Napoli ha amato e continuerà a portare Diego Armando Maradona nel proprio cuore, indi scegliere una Piazza adatta all’intitolazione è difficile. In realtà però, sembrerebbe che l’attenzione sia ricaduta su due piazze che potrebbero portare il nome del campione Diego Armando Maradona: Piazzale Tecchio, ma anche Largo Baracche ai Quartieri Spagnoli.

Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona ha lasciato un grande vuoto nei cuori di tutti, e per omaggiarlo, a Napoli, nascerà una Piazza che porterà il suo nome.

Una Piazza intitolata a Diego Armando Maradona

Dunque, non solo lo stadio intitolato al formidabile calciatore, ma anche una proposta, più che avallata dai consiglieri comunali durante la seduta della commissione Sport e Patrimonio di questa mattina, presieduta da Carmine Sgambati, rivolta al Sindaco Luigi De Magistris, per procedere con l’avvio dell’iter burocratico.

I consiglieri della commissione Sport e Patrimonio del Comune di Napoli, in riferimento alla perdita  dell’ex giocatore del Napoli e cittadino onorario Diego Armando Maradona, chiedono in tempi brevi di intitolare lo Stadio San Paolo a – Stadio Diego Armando Maradona – e di rivedere l’intitolazione di una piazza principale della nostra città”. Questa è parte del documento inviato al Primo cittadino Luigi De Magistris.

Napoli ha amato e continuerà a portare Diego Armando Maradona nel proprio cuore, indi scegliere una Piazza adatta all’intitolazione è difficile. In realtà però, sembrerebbe che l’attenzione sia ricaduta su due piazze che potrebbero portare il nome del campione Diego Armando Maradona: Piazzale Tecchio, ma anche Largo Baracche ai Quartieri Spagnoli.

Non si esclude l’ipotesi di installare anche una statua che ricordi il grande Maradona, icona non solo del calcio Napoli, ma della città tutta.

La scelta definitiva spetterà alla commissione dedita alla Toponomastica del Comune di Napoli, la cui presidente è l’assessore Alessandra Clemente, e dalla consigliera Laura Bismuto, favorevoli all’intitolazione.

Secondo le norme vigenti, si prevede che trascorrano almeno dieci anni prima che si possa intitolare una piazza o una strada, o anche un monumento ad un cittadino egregio. Tuttavia, si apprende che in realtà il procedimento burocratico può essere accelerato qualora vi fosse una deroga da parte del ministero dell’interno, già accaduto per Pino Daniele.

In attesa di ulteriori sviluppi a tal riguardo, ricordiamo che stanotte per decisione del Comune di Napoli, le luci dello Stadio San Paolo sono rimaste accese, per esprimere la gioia e la luce che il grande calciatore ha portato ai tifosi di tutto il mondo.

Per quanto concerne l’intitolazione, sarà una prova ulteriore dell’affetto che Napoli ha sempre nutrito nei confronti del grande campione, spentosi ieri a 60 anni a causa di un arresto cardiocircolatorio.

Una nuova emozione per Napoli, così come quelle che il grande campione ha regalato a tutti, tifosi e non, durante la sua lunga carriera.

Napoli omaggia colui che ha ‘adottato’ la città come sua seconda casa. L’intitolazione di una pizza è un grande regalo che la città di Napoli dona a tutti, per non spegnere i sogni e soprattutto i ricordi legati a Maradona.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories