15.4 C
Napoli
venerdì, 9 Dicembre 2022

2 novembre: asteroide sulla terra?

Da non perdere

L’ultimo asteroide che ha colpito la terra è stato in Russia il 15 febbraio 2013 . Il meteorite è esploso sopra le città di Čeljabinsk, nella zona degli Urali provocando un’onda d’urto che ha danneggiato 3000 edifici (di cui uno semi abbattuto).

Ci sono stati 1200 feriti tra cui 200 bambini, si stima che l’esplosione sia stata di 300 kilotoni. Un amministratore della città ha detto che più di un milione di metri quadrati di vetro sono andati in frantumi. L’astrofisico Neil deGrasse Tyson annuncia che probabilmente ci sarà un nuovo asteroide che si imbatterà sulla terra.

Asteroide in arrivo sulla terra: ad annunciarlo è l’astrofisico Neil deGrasse Tyson

È ormai da un anno che l’astrofisico Neil deGrasse Tyson sta parlando nei suoi canali online del meteorite, che probabilmente colpirà la terra. L’astrofisico è molto noto nei salotti tv statunitensi, paragonando le dimensioni del corpo roccioso in orbita solare a quelle di un frigorifero, in viaggio verso il nostro pianeta ad una velocità di 40mila chilometri orari. Lo scienziato, però, attraverso i propri canali social, tranquillizza la popolazione mondiale, già provata dall’emergenza Coronavirus da ormai quasi un anno.

“Un asteroide potrebbe impattare contro la Terra il prossimo 2 novembre, il giorno prima dell’Election Day americano”– afferma l’astrofisico-“Al momento c’è lo 0,41% di probabilità che entri nella nostra atmosfera, e qualora lo facesse, si disintegrerebbe. Non è abbastanza grande da provocare danni. Se il mondo finirà nel 2020, non sarà per colpa dell’Universo”.

Chiaramente l’allarme dell’astrologo non è stato molto preso in considerazione data la situazione, che globalmente si sta affrontando. Con probabilità così basse, dello 0,41% e con le dimensioni dell’asteroide, non ci sarà da preoccuparsi rispetto a ciò che è successo l’ultima volta in Russia.

Come anche l’astrofisico afferma, se il 2020 dovesse segnare la fine del mondo, non sarà di certo per colpa dell’universo. Restiamo aggiornati per vedere cosa accadrà realmente il 2 novembre.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli