SANT’ELIGIO a cura di Salvatore Savino

Accanto alla celeberrima Piazza Mercato, sorge un’antica splendida chiesa, la chiesa di Sant’Eligio. All’epoca di Carlo D’Angiò, tre cavalieri francesi della sua corte, per ringraziare Dio di averli protetti durante le battaglie, fecero erigere questa chiesa, accanto alla quale fu creato un ospedale . La struttura fu sempre difesa e protetta dai vari regni che si avvicendarono negli anni, e subì varie trasformazioni, diventando anche educandato femminile per le ragazze che volevano imparare a diventare infermiere. L’arco che unisce la chiesa al palazzo vicino, su cui campeggia uno splendido orologio, ha una sua storia, leggendaria: le due testine scolpite sull’arco, rappresentanti un uomo e una donna, starebbero a ricordare un episodio accaduto : un nobile napoletano, invaghitosi di una bella fanciulla, ne fece rapire il padre, ricattandola, minacciando di morte l’uomo se la ragazza non fosse stata disponibile ai suoi desideri. L’uomo fu liberato, ma la ragazza si rivolse alla regina , denunciando l’accaduto. Il nobile fu condannato a nozze riparatrici, a cedere i propri beni alla ragazza ormai moglie, ed infine , una volta risarcita , fu decapitato.
Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories