lunedì 26 Febbraio, 2024
11.4 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Primi giorni caldi e crisi energetica: come resistere evitando gli sprechi

Sono arrivati i primi giorni caldi, quelli agognati dai freddolosi e tanto detestati da quelli che proprio le alte temperature non le sopportano.

Resistere, specie visto il repentino cambiamento, non è facile.

I primi giorni di caldo però devono essere uno spunto per aiutarci a resistere nei prossimi mesi adottando comunque comportamenti sostenibili.

Eh si meglio prepararsi ora, magari con qualche piccolo accorgimento in casa piuttosto che arrivare impreparati all’estate vera e propria.

Primi giorni caldi: come difendersi quando arrivano

Che sia maggio o agosto poco cambia, se fa caldo resistere è difficile, ma non impossibile.

Basta non farsi prendere dalla smodata voglia di accadere il condizionatore a basse temperature e per lungo tempo.

Vediamo insieme qualche consiglio.

  1.  ABBASSATE LE TAPPARELLE O CHIUDETE LE PERSIANE nelle ore più calde del giorno, in modo da creare ombra e riparare la casa dai raggi solari. Durante i picchi d’afa chiudete anche le finestre: può sembrare un controsenso, ma servirà a non far entrare aria umida e pesante in casa. Spalancate i vetri, invece, nelle prime ore del mattino o – sicurezza permettendo – di notte: rinfrescherete le stanze.
  2. DOVE POSSIBILE, MONTATE DELLE TENDE o un ombrellone da balcone: tenendole aperte ricaverete un avamposto ombreggiato alle finestre di casa, e nei momenti meno caldi potrete passare qualche ora all’aperto.
  3. SE POSSEDETE UN PICCOLO SPAZIO ESTERNO, una terrazza, un balcone o un giardino, specie se sul lato più esposto e assolato della casa, riempitelo di piante e rampicanti, aiuteranno a schermare e assorbire parte del calore.
  4. CERCATE DI NON CREARE ULTERIORE UMIDITÀ all’interno della vostra abitazione: fate il bucato e la doccia nelle ore più fresche, per evitare che condensa e vapore peggiorino la situazione.
  5. SPEGNETE TUTTI GLI ELETTRODOMESTICI che non usate: oltre a consumare energia, riscaldano l’ambiente.
  6. NIENTE PHON, FORNO, LUCI INTENSE, ASCIUGATRICE: fa già molto caldo, non facciamoci del male! Anche a luci spente la casa sarà luminosa fino a tardi, sono le giornate più lunghe dell’anno.
  7. CONSUMATE CIBI FRESCHI e ricchi d’acqua. Soprattutto, limitate all’essenziale l’utilizzo del piano cottura.
  8. ISOLATE LA VOSTRA ABITAZIONE. Se avete un solaio o un sottotetto, isolate le superfici più esposte ai raggi solari.
  9. PER LE TENDE DA INTERNO, preferite il bianco, che aiuta a riflettere i raggi solari.
  10. SE PROPRIO NON RESISTETE AL CALDO, nemmeno con questi trucchi, optate per un ventilatore portatile o a pale. A parità di utilizzo, un ventilatore portatile consuma circa 15 volte meno di un condizionatore medio.

Se proprio non riuscite a rinunciare all’aria condizionata accendete l’impianto solo nelle ore più calde e spegnetelo se uscite di casa. Ricordatevi di chiudere le finestre, per mantenere il fresco in casa, e non impostatelo a più di 6 gradi al di sotto della temperatura esterna (la temperatura ideale in casa, secondo il Ministero della Salute, è di 24-25 °C, anche se si usa il condizionatore).