Coronavirus, rientrato il giovane di San Marino negativo al test, ma in quarantena in via precauzionale

Rientrato a San Marino il giovane che era in Cina per motivi di lavoro.

Nonostante sia risultato negativo al test del Coronavirus, ha deciso di mettersi in quarantena per precauzione.

Per arrivare in Italia, era stato già sottoposto ad una serie di controlli previsti dal protocollo, effettuati sia in Cina che in Italia.

Il ragazzo ha deciso di sua spontanea volontà di preservare se stesso e gli altri, nonostante lo stato di perfetta salute. I genitori infatti sono arrivati con due vetture diverse, mentre il giovane è rientrato da solo.

  Insieme al giovane in Cina c’erano anche altri due concittadini sammarinesi che dovevano rientrare entro il 17 febbraio, ma il volo è stato cancellato.  Sono in attesa di rientrare e stando alle ultime notizie, il rimpatrio non avverrà prima della fine del mese. Anche per loro è stato accertato un perfetto stato di salute e sono attualmente fuori dalla ‘ red zone’ a rischio contagio.

 La Repubblica di San Marino ha attivato prontamente il Gruppo di coordinamento per le procedure cautelative in vista di gravissime epidemie, quando è stato lanciato lo stato di emergenza globale. Misure di sicurezza consolidate già dal 2009 quando scoppiò l’influenza suina e la Sars. Un gruppo di cui fanno parte la Protezione civile sammarinese, i ministeri della Sanità e degli esteri, e l’Authority sanitaria.

Seguono aggiornamenti.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories