4shared
22.1 C
Napoli
domenica, 20 Giugno 2021

Armocromia: la nuova tendenza spopola sul web

Da un po’ di tempo sentiamo parlare di Armocromia. Grazie ad un test possiamo scoprire quali colori valorizzano di più il nostro aspetto

Da non perdere

L’armocromia, o analisi del colore, è una disciplina che ha come oggetto lo studio del colore finalizzato alla valorizzazione dell’immagine, in particolare quella del viso, delle persone.

L’Armocromia, attraverso il famoso “test dei colori”, ha lo scopo di trovare la palette ideale che valorizzi la nostra combinazione pelle-occhi-capelli, facendoci apparire immediatamente più belle, più in forma, più giovani.

Conoscere la propria palette attraverso l’analisi del colore è importante nella scelta di abiti e accessori, di capelli e make up, per creare un senso di armonia e di bellezza.

L’uso corretto dei colori  giusti per noi, infatti, ha il potere di rendere occhi, pelle e capelli più luminosi e il sorriso più brillante. Viceversa i colori a noi avversi ci fanno apparire stanche e sciupate.

Per individuare la palette più adatta a noi, bisogna considerare il colore di pelle, occhi e capelli. Per effettuare un’analisi corretta, è necessario fare queste valutazioni da struccata, con i capelli del colore naturale e possibilmente non abbronzata.

Prima di tutto, bisogna stabilire l’appartenenza a colori caldi o freddi. L’inverno e l’estate sono stagioni fredde, mentre l’autunno e la primavera sono stagioni calde.

Tale classificazione viene effettuata in base alla luce che viene emanata nei diversi periodi dell’anno e ai colori che predominano durante ogni stagione. Le tinte presenti nei quattro gruppi rispettano quindi queste indicazioni cromatiche.

L’armocromia prende in considerazione 4 fattori:

  1. Sottotono della pelle che può essere:
    • caldo con la pelle che si abbronza facilmente e le vene tendenti al verde. In questo caso si è valorizzati dalle sfumature calde dell’oro
    • freddo con la pelle che si abbronza con difficoltà e diventa rossa e le vene tendenti al blu. Si è esaltati dai toni dell’argento.

2. Valore cromatico, cioè il tono della pelle, degli occhi e dei capelli e stabilisce l’intensità dei colori da utilizzare. Se per esempio si ha pelle chiara, occhi chiari e capelli chiari il valore cromatico sarà chiaro, nel caso contrario sarà scuro.

3. Intensità (alta o bassa), cioè la saturazione del colore, ovvero quanto un colore sia carico e pieno. In questo caso avremo tonalità forti e luminose da un lato e più tenui e pallide dall’altro.

4. Contrasto, riguarda il grado di contrasto tra pelle, occhi, capelli.  Il contrasto sarà alto nel caso di pelle chiara con occhi e capelli molto scuri e sarà basso nel caso di pelle medio-chiara e capelli castani medi.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli