26.7 C
Napoli
venerdì, 19 Agosto 2022

Stanchezza mentale: cause, sintomi e rimedi

Problemi d'ansia o stress? Ecco alcuni rimedi

Da non perdere

La stanchezza mentale si può definire come una sensazione soggettiva di fatica combinata con un peggioramento delle performance a causa di un eccessivo tempo speso in sforzi di natura cognitiva. Fin dalla fine del 1800, molti ricercatori hanno analizzato gli effetti di un lavoro prolungato a livello cognitivo che coinvolge memoria, giudizio, capacità di ragionamento e altre abilità mentali.

Ci sono dozzine di studi che dimostrano come la stanchezza mentale comporta un calo della capacità della memoria di lavoro (quella parte della memoria che si occupa della gestione ed organizzazione delle informazioni) e un generale peggioramento delle abilità mentali dell’individuo.

La stanchezza mentale viene anche definita come “mental burnout” detto anche “mental fog” ed è il problema di tutte quelle persone, giovani e adulti, lavoratori e studenti, che basano il loro lavoro principalmente sulla funzione cognitiva. Quando si è sopraffatti da un insieme di compiti cognitivi da svolgere, spesso in un tempo limitato, allora la stanchezza mentale inizia ad esplicare i suoi effetti.

QUALI SONO I SINTOMI DELLA STANCHEZZA MENTALE?

La vita frenetica è un fattore di stress per la mente così come l’eccesso di stimoli e il cosiddetto “multitasking”. Questo perché la nostra mente non nasce per svolgere più compiti allo stesso tempo.

Si dice che il cervello sia il nostro corpo e in queste situazioni è necessario cogliere in tempo i segnali di disagio che ci vengono comunicati.

Vediamo i principali:

– Insonnia

– Problemi di memoria

– Difficoltà di concentrazione

– Ansia

– Eccessiva sensibilità emozionale

– Disturbi dell’alimentazione

– Disturbi psicosomatici

Poiché la stanchezza è un sintomo di una condizione sottostante, qualsiasi cura, rimedio, trattamento, dipende dalla condizione che causa la fatica, indipendentemente dal fatto che sia fisica, mentale o una combinazione delle due.

Il processo diagnostico non riscontra patologie sottostanti per la stanchezza? I seguenti stili di vita e cambiamenti alimentari possono aiutare a risolverla:

• Migliorare le abitudini di sonno e garantire una quantità e qualità del sonno adeguata.

• Fare esercizio fisico regolarmente, bilanciando il riposo con l’attività.

• Limitare la caffeina e bere molta acqua.

• Mangiare sano per evitare di diventare sovrappeso o sottopeso.

• Impostare obiettivi realistici per il lavoro e schedarlo nel tempo.

• Rilassarsi, magari con lo yoga o la meditazione.

• Individuare e affrontare i motivi di stress, ad esempio, staccando dal lavoro e risolvendo i problemi di relazione.

• Evitare l’uso di alcool, nicotina e droghe illegali.

 

 

 

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli