martedì 16 Luglio, 2024
24.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Pretusino ogni ‘mmenesta: la sonorità del dialetto napoletano

Pretusino ogni ‘mmenesta chiunque avrà sentito almeno una volta questa simpatica quanto onomatopeica espressione napoletana.

Il cibo è una vera e propria eccellenza, spesso utilizzata anche in proverbi e modi di dire antichi, con significato metaforico.

A Napoli sono tantissimi i proverbi in dialetto che caratterizzano ancora oggi il modo di parlare degli abitanti della città.

Tra questi, a proposito di cibo, un modo di dire ha per protagonista un ingrediente sempre presente nelle cucine di tutti. Il prezzemolo.

In dialetto napoletano è chiamato: peté usino e infatti un celebre detto cita: Sembri un Pretusino ogni ‘mmenesta. Cosa si nasconde dietro a questa famosa locuzione? Scopriamolo insieme.

Il detto in sè si ricollega a sua volta ad un altro proverbio: “prezzemolino in ogni minestra”, per indicare una persona che troppo spesso s’intromette in discorsi, argomenti o situazioni che non gli riguardano.

Ma perché il riferimento al prezzemolo? Il collegamento con questa erba è abbastanza intuitivo e facile da comprendere. Il prezzemolo è usato nella stragrande maggioranza delle pietanze quotidiane, come se fosse quasi onnipresente. Proprio da questo nasce il detto napoletano, tra i più conosciuti ed utilizzati nel gergo comune.  Un modo di dire simpatico non offensivo, ma di certo adatto a chi si rivela invadente.

Ecco dunque che Pretusino ogni ‘mmenesta indica un incallito presenzialista che non si lascia mai sfuggire l’occasione di esser presente, di intromettersi in una discussione e dire la sua. E grazie a tale detto, si può in un certo senso “ammonire” quasi ironicamente, quel comportamento o atteggiamento che sia. Magari estromettendo una determinata persona da un discorso intimo.

Ricordiamo dal punto di vista etimologico che la parola napoletana “petrusino” deriva dal latino petroselinum, e indica come dicevamo il prezzemolo, un’erba aromatica che si configura come elemento cardine delle minestre e della cucina napoletana.

Petrusino ogni ‘mmenesta, soprattutto a Napoli, nella sua forma dialettale, si può considerare una espressione simpatica con la quale si bolla il comportamento fastidioso di una persona estremamente invadente, si può quasi dire onnipresente, il più delle volte sgradita, in ogni occasione soprattutto in quelle dove non è stato invitato a partecipare.