4shared
4.3 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Over 60 italiani: i più digitali d’Europa dopo la pandemia

Il 60% degli italiani over 60 ammette di aver cambiato il proprio stile di vita: gli ultrasessantenni italiani sono in cima alla classifica europea che misura la crescita della digitalizzazione

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

La pandemia ha comportato profondi cambiamenti socio-economici le cui conseguenze a lungo termine non sono ancora del tutto prevedibili. Gli over 60 italiani non fanno eccezione: il 60% di loro ammette di utilizzare più agilmente social, applicazioni e dispositivi digitali dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

I dati emergono dalla ricerca internazionale di Readly-You-Gov. Secondo le statistiche, in testa alla classifica che misura la crescita del livello di digitalizzazione nel mondo ci sono proprio gli ultrasessantenni italiani. La ricerca nasce dalla collaborazione tra Readly, un’app che tramite abbonamento consente l’accesso a più di 5mila riviste italiane e internazionali, e YouGov.

Over 60 italiani: i più digitalizzati d’Europa dall’inizio della pandemia

La ricerca è nata con lo scopo di comprendere come siano cambiate le abitudini digitali degli over 60 nel corso della pandemia. Servizi di streaming, shopping online e videochiamate sono i servizi più popolari in questa fascia d’età.

Il 60% degli italiani over 60 ha confermato di avere, ad oggi, uno stile di vita più digitale. Le percentuali sono decisamente più basse nel resto d’Europa: 48% gli svedesi, 44% i britannici, 40% gli olandesi, 25% i tedeschi. Anche a livello internazionale le percentuali di digitalizzazione degli over 60 sono più basse. Ad essere più digitali il 38% degli australiani e il 39% degli americani ultrasessantenni.

I nostri ultrasessantenni si sono dedicati con maggiore frequenza a videochiamate (+34%), allo shopping online (+28%), all’utilizzo di siti di streaming (+21%) e alla lettura di riviste e libri in digitale (+19%).

A differenza degli over 60 del resto d’Europa, gli italiani sono convinti che, anche dopo la pandemia, manterranno uno stile di vita più digitalizzato.

La head of growth di Readily, Marie Sophie Von Bibra, commenta: “La pandemia ha portato con sé curiosità e conoscenza su come il mondo digitale può avvicinarci gli uni agli altri, ottimizzare il nostro benessere e facilitare la quotidianità. È molto bello vedere che anche chi è più avanti con l’età scopre app di lettura come Readly, sia per l’intrattenimento che per informarsi“.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli