4shared
11.2 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

Natale col virus: le restrizioni degli altri paesi europei

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Il Natale col virus sarà molto difficile da dimenticare. Il Covid-19 ha, infatti, stravolto tutte le tradizioni natalizie e non solo, costringendoci, per quest’anno, a vivere le feste lontani da amici e parenti. Questo destino, chiaramente, non è toccato solo all’Italia che, in occasione del periodo festivo, ha varato un nuovo DPCM anti-contagio

Ogni paese del mondo ha scelto di contrastare il virus a modo proprio, con strategie che si sono rivelate più o meno funzionali.

Natale col virus: cosa accadrà in Germania, Olanda, Danimarca, Austria, Belgio, Finlandia, Danimarca, Francia, Gran Bretagna

Il discorso della Merkel della scorsa settimana al parlamento diventerà uno dei simboli di questo difficile momento storico. Considerato il prezzo inaccettabile in termini di vite umane pagato fino ad ora, la Germania è corsa ai ripari. Per il periodo di feste sarà lockdown duro: chiusi negozi, scuole e asili. Le aziende sono state invitate a lavorare solo in smart working. Unica concessione, nelle festività natalizie, si potranno incontrare massimo quattro persone oltre il proprio nucleo familiare.

Anche l’Austria ha scelto la strada del lockdown, precisamente dal 18 al 26 dicembre. Chiusi negozi e ristoranti, restano aperte soltanto farmacie e alimentari.

In Belgio, uno dei paesi più colpiti dal Coronavirus, al confinamento già attivo da sei settimane si aggiunge il coprifuoco a Bruxelles e in Vallonia, dalle ore 22 alle 6. Ogni famiglia avrà diritto ad un solo ospite a Natale, pena una multa di 250 euro per l’ospite e di 750 euro per il proprietario di casa.

La Finlandia, considerato il numero di contagi non troppo elevato, lascia ai cittadini la possibilità di festeggiare con amici e parenti. In Danimarca è attivo un piano di confinamento che prevede la chiusura di negozi e ristoranti dal 25 dicembre al 3 gennaio. 

In Francia non ci sono più misure di confinamento ma il governo invita alla prudenza. Le attività commerciali restano aperte ma fino al 7 gennaio cinema, teatri e musei resteranno chiusi. Bar e ristoranti chiusi almeno fino al 20 gennaio. Resta grande libertà per gli spostamenti: abolite le autocertificazioni e aperti i confini tra regioni. Varato un nuovo coprifuoco attivo dalle 22 alle 6 che sarà sospeso il 24 dicembre.

l’Olanda adotta il modello tedesco. Fino al 19 gennaio sarà lockdown rigoroso con una breve interruzione di tre giorni per le feste natalizie. Resteranno aperte solo le attività commerciali essenziali e spostamenti ed incontri saranno limitati. In casa, massimo due ospiti di età superiore ai tredici anni. Dal 24 al 26 saranno ammessi in casa al massimo tre persone esterne al nucleo di conviventi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli