24.3 C
Napoli
venerdì, 27 Maggio 2022

Maxi sequestro a bordo della Grimaldi-Lines in Senegal

Maxi sequestro a bordo di una nave, la “Grande Nigeria”, della Grimaldi Lines, in Senegal, ben nascosti all’interno di alcune macchine, un quantitativo di cocaina pari a 750 chili.

Da non perdere

Maxi sequestro a bordo di una nave, la “Grande Nigeria”, della Grimaldi Lines, in Senegal, ben nascosti all’interno di alcune macchine, un quantitativo di cocaina pari a 750 chili. Secondo quanto si apprende, l’importante operazione antidroga, avrebbe condotto all’arresto del comandante dell’unità e di alcuni componenti dell’equipaggio. Tra questi sembrerebbe esserci anche un marittimo originario di Ischia, P. A. 

In riferimento alle ultime notizie sul caso, si apprende che l’uomo si troverebbe tuttora in stato di detenzione o comunque impossibilitato a comunicare con i suoi familiari. 

Ciò che stupisce, è che la vicenda risalga a due mesi fa, ma sia venuta fuori soltanto ora, a distanza di tempo. A dare luce alla notizia, un post del Primo ufficiale, P. A. Arrestato in seguito alla vicenda. L’uomo, da tempo non dava proprie notizie, quando improvvisamente qualche giorno fa, un ragazzo ischitano, ha lanciato l’allarme, accendendo i riflettori sul caso, con un post pubblicato su Facebook e subito rimbalzato in rete. L’ischitano, sarebbe stato tratto in arresto in seguito al rinvenimento, da parte delle autorità senegalesi, di ben 798kg di cocaina purissima a bordo della nave in un controllo a Dakar. La prima notizia, da quanto riportano i media senegalesi, risale al 26 giugno scorso e riguarda il rinvenimento di 250kg di cocaina all’interno di alcune automobili Renault trasportate dalla nave e destinate all’Angola. Successivamente, in seguito ad altre indagini, il quantitativo di droga sequestrata è arrivato a 798kg.

Nell’ambito di una vicenda così complicata e alquanto intrigata, quale un maxi sequestro di un ingente quantitativo di droga, non è chiara la posizione della Grimaldi Lines. Per ora, la compagnia non assunto ancora nessuna posizione ufficiale, ma non è escluso che ciò accada, dato che parecchi media hanno dato visibilità e spazio alla notizia. 

La famiglia del Primo ufficiale ischitano, in una nota ha dichiarato: “Le autorità Senegalesi per l’espletamento delle relative indagini. Della vicenda è stato immediatamente notiziato il Ministero degli Esteri che, a mezzo della Ambasciata italiana in Senegal, unitamente alla stessa Compagnia Grimaldi, stanno seguendo in prima linea la vicenda nella sua evoluzione, adottando tutte le iniziative praticabili per la risoluzione del caso”.

Non resta altro da fare che attendere l’evoluzione della vicenda,  che ricordiamo, nasce da un maxi sequestro di droga, e vede il coinvolgimento di diverse persone; ulteriori sviluppi saranno utili a capire le dinamiche proprie del caso ed eventuali implicazioni e coinvolgimenti.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli