mercoledì 24 Luglio, 2024
28.3 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Giuseppe Tornatore nasceva il 27 maggio 1956

Il 27 maggio 1956 nella splendida Bagheria, in provincia di Palermo, nacque Giuseppe Tornatore. Regista, sceneggiatore, montatore e produttore cinematografico, Tornatore è uno dei registi italiani più famosi al mondo. Ha già vinto un Golden Globe, dieci David di Donatello, due premi BAFTA e anche l’Oscar al miglior film in lingua straniera per il suo “Nuovo cinema Paradiso”.

Giuseppe Tornatore: gli esordi

Già da giovanissimoi Tornatore mostra tutta la sua abilità di cineasta. Ad appena sedici anni mette in scena testi di Eduardo De Filippo e Luigi Pirandello con una filodrammatica ed inizia ad accostarsi al cinema facendo documentari per la televisione. Nel 1986 il suo esordio come regista è con il film “Il Camorrista”, crudo ritratto della malavita napoletana ispirato al boss della camorra Raffaele Cutolo. Il film ebbe un grande successo tanto da fargli ottenere il Nastro d’argento al miglior regista esordiente.

L’oscar con “Nuovo cinema Paradiso”

Grazie all’incontro con il produttore Franco Cristaldi nasce uno dei capolavori assoluti di Tornatore, “Nuovo cinema Paradiso” (1998). Il film è ambientato in un paesino della Sicilia nel secondo dopoguerra. Dietro la storia dell’amicizia tra un giovane ragazzo e il proprietario di un cinema si cela tutto l’amore che Tornatore sente per i film di un tempo. Questo meraviglioso omaggio valse al regista siciliano l’Oscar come miglior film straniero.

Giuseppe Tornatore : gli anni ’90

Giuseppe Tornatore inizia così a diventare famoso in tutto il mondo. Gli anni ’90 sono stati degli anni molto intensi per il regista siciliano. Con un cast stellare eccezionale che comprende nomi come Roman Polanski e Gerard Depardieu, “Una pura formalità” (1993) è un giallo psicologico dalle tinte metafisiche. Nel 1995 fu l’anno del film “L’uomo delle stelle”. Nella Sicilia del secondo dopoguerra un truffatore organizza provini cinematografici fittizi a pagamento per poter derubare via soldi alla povera gente.

Il kolossal: “La leggenda del pianista sull’oceano”

Ma nel 1998 Tornatore da vita ad un altro capolavoro ovvero“La leggenda del pianista dell’Oceano”, ispirato al romanzo “Novecento” di Alessandro Baricco. Il film ci parla di un orfano cresciuto all’interno di una nave che non riesce ad abbandonare, nonostante questa debba essere distrutta. La colonna sonora, composta da Ennio Morricone, è riuscita ad aggiudicarsi un Golden Globe per la migliore colonna sonora originale.

La Sicilia difficile: “Malèna”

Altro capolavoro è sicuramente “Malèna” (2000), ambientato in Sicilia durante la seconda guerra mondiale. Il film, tutto giocato sul tema del voyeurismo, mette a nudo la dura realtà siciliana della guerra attraverso il personaggio di Malèna, interpretato dalla stupenda Monica Bellucci.

Giuseppe Tornatore e l’omaggio a Bagheria

Dopo una pausa di cinque anni circa, Tornatore torna nelle sale nel 2006 col film “La sconosciuta”. Si tratta di un avvincente thriller con cui il regista siciliano ha ottenuto ben tre David di Donatello. Nel 2009 esce nelle sale “Baarìa”, un film dedicato alla cittadina dov’è nato. Il film ci presenta la storia di Bagheria a partire dagli anni ’30 fino agli ’80 circa seguendo la storia di una famiglia per tre generazioni. Lo sviluppo cronologico del film consente al regista di mostrarci problemi e realtà del tempo come la mafia, il fascismo e le lotte sociali post belliche.

Gli ultimi film

Gli ultimi film di Tornatore sono “La migliore offerta” (2013) e “La corrispondenza” (2016). “La migliore offerta” è un thriller dai risvolti inaspettati, che ci mostra la storia d’amore tra un mercante d’arte ed una giovane donna. “La corrispondenza” invece narra la storia d’amore a distanza tra una studentessa e un professore più grande. Entrambi i film sono stati molto premiati in Italia e all’estero. Ci auguriamo comunque che presto Giuseppe Tornatore possa dar vita ad un nuovo film, per continuare a sognare ma soprattutto a riflettere sulla realtà che ci circonda.

Eva Maria Pepe
Eva Maria Pepe
Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.