giovedì 22 Febbraio, 2024
12.3 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Cinema, un docufilm su Franco Ricciardi

Il nome di Franco Ricciardi racchiude tre generazioni di amanti della musica napoletana tra XX e XXI secolo, capace di esser sempre fresh, oltre che saper raccontare ancora.

E come raccontare il suo itinerario artistico e umano se non attraverso la settima arte?

Sarà presentato oggi 5 luglio 2019 all’Ischia Film Festival “So Semp Chille”, docufilm diretto da Paolo Montesarchio in cui oltre 30 anni di carriera, tra hits estive e collaboratori con Gigi Finizio, Gigi D’Alessio Ivan Granatino e Ntò, ha reso Ricciardi un sempreverde della musica partenopea.

Prodotto da RaiCinema, insieme a Gaetano Di Vaio dei Figli del Brox e Eduardo Angeloni, “So semp chille” è uno spaccato anche della stessa città di Napoli, che rivive attraverso le numerose interviste e il bello della diretta, a cui si aggiungono gli interventi di numerosi artisti e attori della nostra città e non solo.

“L’arte vera è quella trasparente non la puoi mai vedere- spiega Ricciardi nel docufilm – se ce l’hai arriva così senza filtri, io arrivo direttamente alle persone, a quella gente”.

La pellicola è un ulteriore tassello alla straordinaria carriera del cantante partenopeo che cerca sempre di far emergere “le rose dalle spine” della sua Scampia. Vincitore del David di Donatello e di un nastro d’argento, la carriera di Ricciardi sembra sempre più protesa che mai verso nuovi indirizzi, soprattutto dopo l’esperienza teatrale al Cilea e dopo i numerosi camei cinematografici.

“Faccio fatica a ricordare quando è iniziato tutto questo – racconta Ricciardi – non mi ricordo un inizio, io ho sempre cantato, da quando mi ricordo fino ad oggi”.

Domenico Papaccio
Domenico Papaccio
Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."