domenica 26 Maggio, 2024
17 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Apollo 15, la spedizione lunare commissionata dalla Nasa

Il 26 Luglio 1971 la Nasa effettua la nona missione spaziale. Denominata Apollo 15 fa parte del medesimo programma Spaziale Statunitense.La missione commissionta dalla Nasa ebbe inizio il 26 Luglio 1971 e terminò il 7 Agosto.

Apollo 15 fu una spedizione spaziale peculiare per la Nasa, infatti, in questa occasione fu utilizzato per la prima volta il Rover Lunare. Si trattava di una macchina simile ad un fuoristrada e serviva ad esplorare le superfici lunari.

David Scott, comandante della spedizione Apollo 15, grazie all’utilizzo del rover lunare raccolse 77 kg di materiale lunare.
Nell’attività extraveicolare, che durò circa diciotto ore, fu affiancato dall’astronauta e pilota James Benson Irwin. Il terzo componente della spedizione fu Alfred Worden. Quest’ultimo, durante l’attività extraveicolare dei colleghi rimase in orbita lunare.

Dalla sua postazione Worden riuscì a gestire i sensori del vano scientifico della navicella. Grazie ad una telecamera fu possibile documentare e raccogliere dati interessanti sulla Luna.

La complessa operazione fu gestibile grazie ad alcuni strumenti. Una particolare strumentazione fu usata durante la spedizione Apollo 15. Tra gli strumenti utilizzati dai tre astronauti  vi erano: lo spettrometro a raggi gamma, un altimetro laser, uno spettrometro  di massa e un satellite artificiale. Quest’ultimo fu rilanciato nell’orbita lunare prima del ritorno sulla Terra.

Apollo 15 fu una spedizione ricca di eventi infatti Worden percorse per la prima volta la passeggiata nello spazio profondo. La spedizione si concluse il 7 Agosto.

L’Apollo 15 fu ricordata anche per la scoperta della  Roccia della genesi cioè un campione lunare. Attualmente il reperto storico è conservato in Texas nel laboratorio lunare della Nasa.

La missione è ricordata anche per l’utilizzo da parte dell’astronauta David Scott di un martello e una piuma. Questi due elementi furono utilizzati per verificare la teoria di Galileo Galilei  con la caduta dei gravi, infatti, gli oggetti in assenza di resistenza dell’aria cadono alle stessa velocità.

Maria Saviano
Maria Saviano
Maria Saviano nasce ad Ottaviano, il 20 Marzo 1996. Consegue il diploma di maturità Classica, presso il liceo Armando Diaz di Ottaviano e attualmente studia, Lettere Moderne, presso il dipartimento di Lettere e Filosofia dell' Università Federico II di Napoli. Ama scrivere, leggere, ascoltare musica, fotografare. Appasionata di calcio, segue e ama la Società Sportiva Calcio Napoli.