Vairano Patenora: 50 telecamere contro i vandali Vairano Patenora, partono i lavori per l'installazione di 50 telecamere, il sindaco Cantelmo: "Vogliamo rendere più sicura la viabilità e la vivibilità del nostro comune"

Nel borgo medioevale di Vairano Patenora è stato proposto un progetto per garantire la sicurezza dei cittadini. Si delineerà un incremento della sicurezza, con l’obbiettivo ultimo di rendere la vivibilità del borgo medievale casertano migliore, qualitativamente parlando.

Il borgo è stato infatti vittima di diversi atti vandalici, nonché di infrazioni al codice della strada tali da rendere necessaria un’azione da parte delle amministrazioni comunali al fine di rientrare dalla particolare situazione verificatasi.

A pensare alle sorti del borgo di Vairano Patenora è stato il sindaco Cantelmo, che ha creato un progetto che prevede l’installazione di 50 telecamere di videosorveglianza dislocate su tutto il territorio, al fine di tenere il tutto sotto controllo.

Ad oggi la situazione sembra essere in piena maturazione, sono stati avviati i lavori per l’installazione dei sistemi di videosorveglianza integrata per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa.

Ad annunciare l’avvio dell’installazione del sistema che terrà sotto controllo tutto il borgo medievale di Vairano Patenora è stato il sindaco Bartolomeo Cantelmo che ha spiegato: “Abbiamo deciso di cominciare dal borgo medievale per contrastare il vandalismo notturno, purtroppo sempre più frequente in quell’area. Verranno installate almeno 50 telecamere in tutto il comune, di cui 7 con lettura targa negli incroci strategici. Già è stata completata la centrale di controllo presso la sede dei vigili a Palazzo d’Arezzo. Contiamo molto sull’utilizzo di questo sistema tecnologico per controllare con più efficacia il territorio e rendere più sicura la viabilità e la vivibilità del nostro comune. Passo dopo passo, andiamo avanti”.

Print Friendly, PDF & Email

Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

more recommended stories