4shared
11.2 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

UE, revoca immunità per Puigdemont al voto

La proposta verterà da parte della Commissione degli Affari Legali a tutti gli organi del Parlamento Europeo.

Da non perdere

E’ di poche ore fa l’annuncio della vicepresidente del Parlamento Europeo Ewa Bozena Kopacz, riguardo all’inizio del procedimento che vedrà ai voti la revoca dell’immunità dell’ex presidente della Generalitat della Catalunya Carles Puigdemont e del suo ex consigliere Antoni Comín.

La delibera, trasmessa attraverso il Tribunale Supremo verrà esaminata da parte della Commissione degli Affari Legali della Camera che stabilirà la propria proposta da avallare all’Eurocamera.

Popolari, socialdemocratici e liberali europei hanno già dato il via libera alla richiesta.

La proposta è già stata presentata al giudice istruttore del Tribunale Supremo Pablo Llarema, il quale ha annunciato che la prossima riunione sarà prodotta nei giorni 27 e 28 gennaio, anche se l’ordine del giorno non è ancora stato chiuso.

 La stessa commissione incaricherà un relatore esterno, quindi non iberico, che revisionerà, durante tutto il suo lavoro, ogni documento necessario e le imputazioni potranno chiedere di essere ascoltate.

Non vi è un tempo prestabilito in merito alla durata del processo, data la complessità di tale caso; potrebbero volerci da un minimo di 3 mesi ad un massimo di alcuni anni.

Inoltre, nella scorsa legislatura, ci furono circa 50 petizioni inerenti alla revoca dell’immunità a Puigdemont e  Comín, ma si astennero quasi tutti dal votarla e quattro si rifiutarono.

Infatti, a stabilire la decadenza dell’immunità parlamentare è la condanna stessa.

Per essere consegnati allo Stato spagnolo, tuttavia, i due imputati dovranno attendere la sentenza del giudice belga tramite l’ordine europeo, dopo che in passato lasciò sospesa la revoca della condizione parlamentare.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli