Scuole francesi riaperte a Maggio, la decisione di Macron Macron: fissata la data per la fine della quarantena, a Maggio riaprono le scuole

Macron riapre le scuole

L’intera Europa sta attraversando settimane di grandi difficoltà, dovute all’avanzare dell’epidemia. Negli ultimi giorni, però, sembra che l’epidemia stia rallentando. È per questo che nascono le prime ipotesi sulla riapertura delle scuole, al fine di garantire il corretto svolgimento delle attività didattiche.

In Francia, nelle ultime ore, il Presidente Emmanuel Macron, si è espresso al riguardo.

In una videoconferenza,  il Presidente si è rivolto ai suoi cittadini, informandoli su ciò che accadrà nelle prossime settimane. Egli ha proferito parola solo dopo le ore 20:00, rispettando l’applauso che, ogni sera, la nazione rivolge al personale sanitario.

Durante il suo discorso, Macron ha affermato che la fine del lockdown in Francia è prevista per l’11 Maggio. Ha ringraziato i cittadini francesi per il loro impegno nel rispetto delle norme. Inoltre, ha riconosciuto gli errori fatti all’inizio dell’emergenza, assicurando la completa ripresa del paese, promettendo di porre rimedio agli errori iniziali. Ha omaggiato il lavoro del personale sanitario ed, infine, si è concentrato sulla questione delle aperture delle varie attività.

Riapertura delle scuole e sostegni economici per i cittadini

Inizialmente, molte attività resteranno chiuse a data da stabilire. Invece, per garantire a coloro che hanno una famiglia, di poter riprendere a lavorare, Macron ha fissato la data per l’avvio delle attività didattiche. L’obiettivo non è solo quello di ripartire, ma anche quello di abbattere le disuguaglianze sociali. Infatti, non tutti i bambini hanno accesso ai sistemi digitali e non tutti possono esser seguiti con attenzione dai genitori.

Gli asili, le scuole ed i licei potranno riaprire dopo l’11 Maggio. Ovviamente, in questi luoghi, sarà inevitabile, chiedere ai cittadini di indossare mascherine al fine di tutelare se stessi e gli altri. Inoltre, sono previsti degli incentivi per aiutare gli studenti in difficoltà ed i settori più danneggiati dall’insorgere dell’epidemia, come la cultura ed il turismo.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories