Scienza, esiste davvero il pianeta di Spock

Il pianeta del vulcaniano Spock esiste davvero ed è stato scoperto da un equipe di ricercatori che lo hanno " trovato" nella collocazione in cui l'autore della serie lo aveva immaginato.

21secolo_vulcano_filomena_scala
Vulcano

Dalla fantascienza alla realtà.

Un gruppo di ricercatori coordinati da Jian Ge, astronomo dell’Università della Florida, ha scoperto, nel punto in cui era stato collocato dall’ideatore della serie di Star Trek, il pianeta del vulcaniano Spock.

Infatti, nella saga di Gene Roddenberry, il pianeta Vulcano è immaginato esattamente intorno a 40 Eridani A, costellazione meridionale dell’Eridanio, coetanea del nostro Sole, di  circa 4 miliardi di anni e, secondo Roddenberry: ” .. un suo pianeta avrebbe avuto il tempo di evolvere un essere come Spock.

La scoperta è stata riportata dalla rivista Monthly Notices of The Royal Astronomical Society.

Il pianeta, gira intorno alla stella 40 Eridani A e si trova a 16 anni luce dalla nostra Terra.

Secondo i ricercatori la sua massa è otto volte quella terrestre e potrebbe essere la culla di altre forme di vita poiché, la sua collocazione nel sistema e le sue temperature gli permettono di avere presenza di acqua liquida.

Bo Ma, dell’Università della Florida, afferma che: ” Questa stella è visibile a occhio nudo. Chiunque può vederla e indicare la casa di Spock.

Già nel 2016, una scoperta aveva portato i ricercatori a intuire che 40 Eridani A faceva parte di un sistema con tre stelle, esattamente come nella serie di Star Trek.

Adesso, invece, con la scoperta che la stella più grande ha davvero un pianeta, queste intuizioni sono diventate certezze.

Il pianeta, inizialmente denominato con la sigla “ HD 29965b “, data la scoperta della sua collocazione, immaginata anni prima da Roddenberry, proprio nello stesso punto in cui è stata scoperta oggi, non poteva che prendere il nome del pianeta natale del nostro Spock, ovvero Vulcano.

 

 

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO