4shared
7.7 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Migranti. Ancora vittime nelle acque del mediterraneo

Migranti, ancora un altro barca in avaria con a bordo 100 persone. Scatta l'allarme dall'Italia. Salvini "io mai complice degli scafisti". Decisa la reprimenda del Papa per i 170 morti in mare.

Da non perdere

Una barca con 100 persone è  in difficoltà al largo della Libia. Malta si starebbe attivando per raggiungere il barcone. Il govverno italiano, resta fermo sulle sue posizioni di intransigenza. “Meno ne partono, meno ne muoiono”. La dottrina del governo sui migranti è  tutta nella voce che rappresenta il teorema di Matteo Salvini, che non si sente responsabile di quanto è successo, succede e probabilmente succederà ancora nel mar Mediterraneo. Chi se la prende con la politica italiana è  complice degli scafisti, rincara il vice Premier. Di Maio dal canto suo,  attacca senza reticenze la francia. Il PD invece si assesta su posizioni differenti e  contesta la linea di governo “devono portarci a non essere mai indifferenti e a riproporre a tutti,  all’Europa e al nostro paese questo grande tema delle migrazioni e di una forma umana di approcciarsi a questo tema“,   per Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni,  l’unica risposta è il blocco navale davanti le acque libiche. Intanto in Senato, i  pentastellati,  hanno presentato una interrogazione ai ministri Toninelli e Salvini per chiedere conto dell’esistenza o meno di provvedimenti sulla chiusura dei porti, che  se inesistenti,  potrebbero produrre un ricorso davanti alla Corte europea per lesione dei diritti umani. I fatti dimostrano che anche se si chiude una rotta, il flusso migratorio cerca e trova nuove strade per arrivare in Europa, che non riesce ancora a dare una risposta unitaria ad un problema epocale. Qualcuno si chiede invece come la  Libia usa le centinaia di milioni di euro che ogni anno l’Europa e l’Italia mandano nelle casse e del governo, per gestire il fenomeno.

Domande che per ora rimangono inabissate nelle acque del Mediterraneo, come migliaia di uomini donne e bambini inghiottite dal indifferenza prima che dal mare.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli