4shared
12.8 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Lucia di Lammermoor, il grande vuoto al San Carlo di Napoli

A causa della proliferazione della pandemia di Covid-19, l'opera teatrale Lucia di Lammermoor, prevista sabato 15 gennaio, sarà spostata al 18 gennaio alle ore 20.

Da non perdere

Il Covid, come sappiamo ha radicalmente cambiato le nostre vite, permeando ogni ambito. Anche il mondo della cultura e delle arti è limitato dal virus, generando importanti rinunce per gli appassionati del teatro. E’ proprio il caso dell’opera Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, prevista al Teatro di San Carlo di Napoli per sabato 15 gennaio 2022. Il teatro ha reso noto che ci sarà un cambio data per chi ha già acquistato il biglietto. Nello specifico, la Direzione Artistica del teatro partenopeo ha dichiarato: “Costretti dagli ultimi sviluppi della pandemia, si è deciso di posticipare la prima rappresentazione dell’opera Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti dal giorno 15 al giorno 18 gennaio alle ore 20,00″.

provvedimenti di questo genere non sono nuovi al teatro di San Carlo, che già lo scorso 4 gennaio, ha dovuto cancellare la programmazione de “Il Lago dei Cigni”, il balletto previsto nella serata dello stesso giorno e quella seguente.

In quel frangente, la direzione del Teatro San Carlo, scusandosi per il disagio, offrì l’opportunità agli spettatori che avevano acquistato il biglietto di un rimborso o di una riconversione per fruire di altri spettacoli.

L’opera, Lucia di Lammermoor

Lucia di Lammermoor è un’opera di Gaetano Donizetti, suddivisa in tre atti, su libretto di Salvadore Cammarano, tratto da La sposa di Lammermoor, di Walter Scott. È la più nota e rilevante tra le opere di Donizetti.

Caratterizzata da scende indimenticabili, tra le quali annoveriamo il duetto nel finale della prima parte, il sestetto “Chi mi frena in tal momento?”, l’iconica scena della pazzia di Lucia, e l’appassionata cabaletta finale “Tu che a Dio spiegasti l’ali”. Quest’ultima è considerata uno dei bei d’opera tenorile più belli ed importanti.

La prima si tenne al Real teatro di San Carlo di Napoli il 26 settembre 1835 ed ebbe un successo clamoroso. All’epoca, nei panni dei protagonisti c’erano Fanny Tacchinardi (Lucia), Gilbert Duprez (Edgardo) e Domenico Cosselli (Enrico).

La trama dell’opera

La nobile casata degli Ashton, della quale fanno parte i fratelli Enrico e Lucia, ha reclamato, senza alcun diritto, le proprietà ed e il castello della famiglia Ravenswood, il cui unico erede maschio è Edgardo. La storia è caratterizzata dall’amore che sboccia tra Edgardo e Lucia, un amore segreto quando appassionato.

Il comunicato del teatro di San Carlo

Per quanto concerne la rappresentazione della Lucia di Lammermoor, il Teatro di San Carlo ha esposto la procedura da seguire in un comunicato:

“Il pubblico in possesso del biglietto per lo spettacolo del 15 gennaio sarà dunque spostato su martedì 18 gennaio, mentre il pubblico di martedì 18 gennaio potrà scegliere se mantenere la data acquistata o convergere su venerdì 21 gennaio. Sul sito del Teatro saranno pubblicate le modalità per il cambio data, così come nelle prossime ore saranno inviate le comunicazioni via mail. La Fondazione si scusa per il disagio. Per tutte le informazioni necessarie è possibile contattare la biglietteria tutti i giorni dalle 10 alle 18; al numero di telefono 081 7972331 / 421, oppure scrivere una email all’indirizzo di posta elettronica: biglietteria@teatrosancarlo.it”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli