ISIS: nuova forte minaccia contro Israele

ISIS
ISIS

L’allarme ISIS, rivela una nuova minaccia, nei confronti di Israele; questo è quanto si apprende in un’analisi del Ros, un’articolazione specializzata antiterrorismo (e antimafia) che si concentra su obiettivi investigativi, finalizzati ad ottenere molte infromazioni su specifiche situazioni di pericolo o allarme.

Proprio nelle ultime ore, si è diffuso un nuovo allarme, dovuto alla diffusione di un lungo messaggio audio, con il quale, l’ISIS, sottolinea l’intenzione di avviare una nuova fase terroristica; primo obiettivo della suddetta fase, sarà, da quanto si apprende, Isreale.

Una situazione preoccupante, che sottolinea nuovamente la potenza degli jihadisti, pronti a colpire ancora. Nell’audio, lungo 37 minuti e 29 secondi, è espressa chiaramente la volontà di “distruggere i miscredenti“; mentre una parte del messaggio fa riferimento anche ai contrasti tra Stati Uniti e Iran, e i terroristi promettono anche nuove operazioni militari in Iraq.

intanto, il portavoce dello Stato islamico, Abu Hamza al-Qurashi, rivela “Nei prossimi giorni Israele soffrirà, giunto il momento di testare le armi chimiche”. Nell’audio, rimbalzato velocemente in rete, Israele, è indicato come “bersaglio principale”, di questa nuova fase terroristica. 

“Gli occhi dei soldati del Califfato, ovunque si trovino, sono ancora rivolti su Gerusalemme”, ha proseguito il portavoce dell’ISIS.

Parole dure, pubblicate proprio nel giorno in cui Donald Trump riceve alla Casa Bianca il premier israeliano Benyamin Netanyahu, per discutere sull’elaborazione di un piano di pace per il Medio Oriente.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories