23.4 C
Napoli
martedì, 9 Agosto 2022

Global Teacher Prize 2020: Un italiano tra i finalisti

Da non perdere

Emanuela Iovinehttps://www.21secolo.news
Ambiziosa, testarda e determinata. Napoletana ma residente a Gallarate. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", presentando una tesi dal titolo: "Tendenze Linguistiche del Giornalismo dalla carta al web". Iscritta dal Novembre 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Diplomata nel Giugno 2013 in danza classica e moderna e attualmente docente di lettere.

Global Teacher Prize 2020, una sorta di Nobel ideato con lo scopo di rendere merito agli insegnanti e venerdì 5 giugno proprio nell’ambito di questa manifestazione avrà luogo la cerimonia di consegna del premio “Top Teacher Lifetime Achievement Award”. I finalisti sono cinquanta e tra essi vi è anche un professore italiano.

Si tratta di Carlo Mazzone, campano della provincia di Benevento e insegnante presso l’ITI Lucarelli. Scelto per la sua didattica tra dodicimila colleghi di 140 Paesi. All’insegnante che sarà individuato quale vincitore verrà consegnato un premio in denaro del valore di un milione di dollari. L’evento è stato presentato con lo scopo di rendere merito a coloro che lavorano in modo serio, dando un contributo eccezionale alla professione.

La stessa scuola in cui esercita il docente, già selezionato nell’ambito del “JA Italia Top Teacher Lifetime Achievement Awar” si è congratulata con lui per i risultati raggiunti. Stiamo parlando della più vasta organizzazione non-profit nel campo dell’educazione. Fondata nel lontano 1919, conta oggi diverse sedi sparse per il mondo. L’ITI Lucarelli, in merito alla nomina del suo insegnate di informatica ha asserito: “Aver sostenuto nel tempo e con perseveranza i percorsi imprenditoriali dei propri studenti, facilitandone il rapporto tra la propria istituzione scolastica, gli enti istituzionali e le imprese presenti sul territorio ha portato a lungo andare i suoi frutti”.

Il suddetto professore, negli ultimi anni ha proposto alle sue classi il programma di JA noto come “Impresa in Azione”, per favorire il programma di educazione imprenditoriale rivolto agli studenti dai 16 ai 19 anni, quindi appartenenti al triennio delle scuole superiori e riconosciuto come percorso di Alternanza Scuola-Lavoro dal Ministero dell’Istruzione. Inoltte, le classi del professore Mazzone hanno vinto per quattro anni consecutivi la finale regionale e lo scorso anno addirittura la finale nazionale del BizFactory.

Ciò ha permesso alla mini impresa sannita di competere a livello internazionale assicurandosi la medaglia di bronzo in una selezione che prevede la competizione di 40 aziende situate in 39 differenti Paesi europei.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli