17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Germania e Covid: la situazione si aggrava

Da non perdere

La Germania registra un nuovo record di morti nelle ultime 24 ore, la situazione è critica. 

Sembrava che la situazione potesse essere tenuta sotto controllo e invece la Germania sta registrando un numero sempre più alto di morti e contagiati nelle ultime ore. Le parole profetiche della cancelliera Angela Merkel, nella conferenza stampa del 29 settembre scorso, si sono avverate con tutta la sua violenza:

” In tre mesi la cifra degli infettati si è triplicata. Se non facciamo nulla e questa tendenza si mantiene anche ad ottobre, novembre e dicembre, per Natale ci ritroveremo con 19.200 nuovi contagi al giorno“- queste le parole che espresse a suo tempo la cancelliera Merkel, intuendo l’andazzo della situazione.

Nelle ultime 24 ore, la Germania ha registrato 952 decessi per covid-19. I nuovi contagi sono saliti a 27.728 e Lothar Wieler, presidente del Robert Koch Institut, in conferenza stampa a Berlino ha affermato che la situazione ” è grave più che mai!”. Inoltre, la situazione potrebbe  aggravarsi più del previsto, poiché la Sassonia non ha ancora fornito i dati su contagi e decessi connessi al coronavirus.

C’è il pericolo che la situazione peggiori ancora di più e che sia impossibile evitare, anche in minima parte, il tracollo.

Ora l’obiettivo primario è quello di avere l’autorizzazione europea del vaccino prima di Natale e nel mentre attuare un lockdown totale per tutto il periodo delle feste, almeno fino al 10 gennaio.

In questi giorni sono passati in lockdown già alcune regioni della Germania, ossia Baviera e Sassonia, mentre in altre sono scattate forti limitazioni, specialmente per quanto riguarda lo shopping natalizio che imperversa in queste ultime settimane dell’anno.

Intanto, c’è tensione nelle alte sfere a causa della mancata azione che poteva prevenire la situazione odierna: il ministro degli interni, Seehofer, ha espresso tutto il suo disappunto perché la Germania ha sprecato il vantaggio che aveva acquisito in primavera, dando la colpa alle mancate misure anti-covid.

 

Un’altra manovra di sostegno attuata dalla Germania in queste ultime ore, partita proprio ieri 15 dicembre, è la distribuzione di mascherine FFP2 gratis per 27 milioni di persone. La distribuzione è rivolta in special modo alle fasce più a rischio di contagio; parliamo di persone che hanno più di 60 anni o persone affette da gravi patologie, almeno 15 mascherine a persona distribuite in maniera graduale.

Aggiornamenti ultim’ora, il vaccino prima in Germania.  

Il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ha annunciato l’inizio della distribuzione dei vaccini per fine dicembre – ” vogliamo partire con Francia e Germania, dando un senso di unità. Per noi sarà un grande passo avanti…entro il 2020 saranno poche le dosi…poi a gennaio e febbraio, con pazienza le scorte arriveranno.”

 

” Sarà il momento più importante per il paese dalla seconda guerra mondiale. Faremo di tutto perché possa essere rapido, sicuro, trasparente” 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli