27 C
Napoli
sabato, 2 Luglio 2022

Campania in Salute: una app per migliorare la sanità della Campania

Da non perdere

Il Governatore Vincenzo De Luca lancia una nuova sfida per migliorare la vivibilità dei cittadini della Campania. Arriva Campania in Salute: una app per aiutare i cittadini ad accedere ai servizi sanitari.

Parte lunedì prossimo, 11 aprile 2022, il nuovo servizio per i cittadini campani che consente di prenotare on-line le visite specialistiche.
Per tutti sarà infatti possibile collegarsi al Portale Salute del Cittadino e alla App Campania in Salute, e prenotare la visita specialistica o l’accertamento diagnostico nelle strutture pubbliche aderenti al Centro Unico di Prenotazione Regionale della Campania. Basterà inserire i dati della ricetta medica.

Campania in Salute: Una app per semplificare la vita dei nostri concittadini

E’ una app che aiuta a semplificare la vita dei nostri concittadini e migliorare il servizio sanitario offerto“, evidenzia il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta Facebook del venerdì.

“Il portale parte lunedì e c’è l’app “Campania in Salute” con la quale è possibile fare la prenotazione della visita specialistica. E’ un lavoro straordinario che abbiamo fatto nell’ambito del programma Burocrazia zero”.

De Luca prosegue: “Sarà possibile utilizzando il portale Salute del cittadino, oltre che per prenotare le visite specialistiche, per confermare i pre-appuntamenti per le seconde visite, pagare il ticket con la carta di credito, pagare online anche per conto dei familiari”.

Anche il medico di famiglia si può scegliere con un click

Ed ancora: “Ovviamente resta la possibilità di recarsi al centro di prenotazione dell’Asl o in farmacia, ma offriamo un servizio via web estremamente veloce”.

“Si può cambiare sempre via web il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta anche per i figli minorenni, consultare l’elenco dei vaccini effettuati. E’ possibile visualizzare anche il fascicolo sanitario elettronico che fornirà informazioni sul green pass, su esenzioni ticket per patologie e i dati delle prestazioni farmacologiche specialistiche e i referti dei laboratori”  conclude De Luca.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli