In arrivo il nuovo Codice della Strada

Le proposte di Lega e M5S

Nuovo Codice della Strada

Grandi novità per il Codice della Strada.

Il testo, firmato Lega-M5S, è in discussione alla Comissione Trasporti della Camera, dove sono in corso le audizioni. Ma i cambiamenti prefigurano già una vera e propria “rivoluzione”.

Quest’ultima riguarderà, in particolar modo, le due ruote.

In primo luogo i ciclisti, agli incroci e ai semafori, avranno la precedenza, non essendo più costretti ad accodarsi alle auto in fila. Inoltre, vi sarà, per le bici, uno spazio apposito (striscia di arresto avanzata) e la possibilità di circolare contromano nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 Km/h.

Tuttavia, Lega e M5S hanno avanzato alcune precisazioni:

  • dovranno essere i comuni ad indicare una doppia linea (anche per le bici) davanti ai semafori e agli STOP;
  • l’opportunità di circolare anche in senso opposto a quello di marcia dovrà essere segnalata da un’ordinanza emanata dal sindaco, nonché dalla presenza di un apposito pannello.

Infine, i ciclisti potranno circolare sulle corsie ora riservate solo ai taxi e agli autobus e parcheggiare in aree adibite dal Comune, sui marciapiedi o all’interno delle zone pedonali.

Da sottolineare poi l’obbligo di utilizzo del casco, parcheggi “rosa” per le donne in gravidanza, il divieto di fumo e cellulare alla guida e l’aumento delle sanzioni per i trasgressori. Ma soprattutto, l’innalzamento del limite di velocità a 150 Km/h sulle autostrade a tre corsie.

E poi i motociclisti. La Maggioranza si sta confrontando sull’eventualità di inserire l’obbligo di dotarsi di un abbigliamento “tecnico” di sicurezza. Inoltre, le moto elettriche potranno circolare anche in autostrada, mentre skate, monopattini ed hoverboard entreranno a far parte, per la prima volta, del Codice della Strada (unico dubbio è se potranno spostarsi solo sulle piste ciclabili).

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO