4shared
25.4 C
Napoli
domenica, 25 Luglio 2021

Tennis, Wimbledon: Matteo Berrettini sfiora la vittoria

Un percorso importante quello di Matteo Berrettini. Il tennista romano ha avuto la peggio contro il serbo Novak Djokovic, è il primo Italiano in finale a Wimbledon.

Da non perdere

Si conclude sul più bello il sogno di Matteo Berrettini. La giovane promessa del tennis ha regalato emozioni uniche all’Italia, portandola, per la prima volta, in finale a Wimbledon.

Dopo un inizio positivo, l’atleta romano ha avuto la peggio contro l’attuale campione, Novak Djokovic che ha perso il primo parziale, in seguito ha rimontato e vinto 6(4)-7, 6-4, 6-4, 6-3 in 3 ore e 24 minuti di gioco. Con questa ultima vittoria, il tennista serbo raggiunge Roger Federer e Rafael Nadal, con 20 Major vinti e resta in gara per il Grande Slam.

Matteo Berrettini sfiora la vittoria, sarebbe stata la prima vittoria italiana a Wimbledon

L’avventura di Matteo Berrettini si ferma a un passo dal coronamento di un sogno, sarebbe stata la prima vittoria a Wimbledon per l’Italia. Il tennista romano vince il primo set, successivamente ha la peggio contro Novak Djokovic, che vince per la sesta volta nello Slam inglese, dopo un incontro lungo 3 ore e 24 minuti, che si conclude in quattro set con il punteggio di 6(4)-7, 6-4, 6-4, 6-3.

Novak Djokovic, il fiore all’occhiello del tennis serbo

L’incontro comincia con molta trepidazione, la tensione è palpabile e coinvolge ambedue i giocatori: Djokovic comincia con tre doppi falli ed è costretto ad annullare una palla break per evitare lo 0-2. Berrettini invece, commette vari errori col rovescio e favorisce il l’avversario, che sale sul 3-1. Il game che rimette in gioco Berrettini è l’ottavo. Berrettini, che si aggiudica quindi il primo set in 1 ora e 10 minuti di gioco.

Il secondo set comincia molto male per l’italiano e la cosa si ripete anche nel terzo set, con Djokovic in vantaggio sul 3-1, poi annulla due palle break in favore di Berrettini, infine non sbaglia al servizio nel game decisivo, completando la rimonta in 47 minuti di parziale.

Il quarto set, dopo un iniziale vantaggio di Berettini, vede la rimonta di Novak Djokovic, che trova due break di fila e, dal 2-3, passa al 6-3, chiudendo al terzo match point e dopo 3 ore e 24 minuti di gioco con il punteggio di 6(4)-7, 6-4, 6-4, 6-3.

Questa vittoria si aggiunge alla lunga serie di successi conseguiti da Novak Djokovic, che è tra i più grandi della storia del tennis. L’atleta serbo raggiunge la sesta vittoria a Wimbledon e la terza di fila: è il quarto di sempre nell’era Open ad aggiudicarsi tre edizioni consecutive. Inoltre il 34enne è il secondo giocatore dal 1969, anno di Rod Laver, a ottenere i primi tre Major dell’anno solare. Ora Djokovic punterà all’oro olimpico e alla vittoria negli US Open, che gli permetterebbero di vincere l’agognato Grande Slam.

Nonostante la sconfitta, ne esce molto bene Matteo Berrettini, sostenuto dai tifosi italiani e dai colleghi che ne apprezzano la grinta, l’impegno e il grande talento.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli