4shared
8.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Dicembre 2021

Napoli, test cruciale con la Fiorentina per la crescita della squadra

Smaltita la sconfitta con lo Spartak Mosca in Europa League, il Napoli di mister Spalletti dovrà sfidare la Fiorentina nella prossima gara di campionato e tenterà di ripartire proprio dalla gara con i viola

Da non perdere

Avviluppato da una vampa rovente, in un clima incandescente, un sentimento cocente di collera ha incenerito ogni frammento di un cuore polverizzato. Un cuore dalle dimensioni incredibilmente mastodontiche, a tinte azzurre, rammaricato per la sfida di giovedì al Maradona. Il 3-2 dei russi dello Sportak Mosca è una ferita ancora aperta, la quale farà fatica a rimaginarsi per la sua profondità. Ma il Napoli deve ripartire dal Napoli, dalla consapevolezza delle proprie peculiarità e dei suoi obiettivi stagionali.

Che bizzarro il calcio. L’incantesimo del 2018 si è ormai sciolto, le dinamiche sono completamente differenti. Eppure la mente dei tifosi napoletani riporta alla luce ricordi di un trascorso non troppo distante decisamente sfavorevole. Quella trasferta di tre anni fa non nacque sotto una buona stella e costò molto caro agli azzurri di mister Sarri, uno scudetto scippato nel modo più atroce possibile. Eppure i partenopei andranno a caccia del settimo successo consecutivo proprio al Franchi, con l’obiettivo di scacciare i fantasmi del passato.

Fiorentina-Napoli: Spalletti a caccia della settima vittoria in campionato

Nonostante la sconfitta rimediata contro gli spartachi di Rui Vitoria, il Napoli ha il dovere di speculare sul suo percorso svolto sino a questo momento. “Le certezze di una grande squadra a punteggio pieno in campionato, contro gli strascichi depositati dalla gara di giovedì in terra europea”: sottolinea il Corriere del Mezzogiorno. Saper rialzare il capo e proseguire sull’onda del successo: queste sono le abilità di una grande club e gli azzurri hanno tutte le carte in regola per dimostrare di essere all’altezza.

Sei successi su altrettante partite, la difesa meno impenetrabile ed uno degli attacchi più prolifici di tutta la Serie A: il Napoli è una macchina da guerra inarrestabile e punta la settima vittoria di fila. La formazione di Luciano Spalletti si appresta a sfidare la Fiorentina di mister Italiano, squadra sbocciata sotto la gestione del tecnico italo-tedesco. Archiviata la partita europea di giovedì, gli azzurri approcceranno alla gara in modo differente, fortuna permettendo. Voltare pagina, o addirittura cambiare libro per ottenere nuovi successi, è necessario per il bene della squadra.

Dopo il turnover leggere contro lo Spartak, Spalletti opterà per undici titolare già assodato con il fine di superare un avversario importante. A Firenze la porta azzurra sarà nuovamente girevole, con Ospina che sembra essere in vantaggio su Meret, quest’ultimo titolare in Europa League. La retroguardia sarà costituita dalla coppia Rrahmani-Koulibaly, duo difensivo capace di offrire all’allenatore toscano più affidabilità; sulle corsie, invece, torneranno a sgasare Di Lorenzo e Mario Rui nelle loro rispettive posizioni.

A centrocampo, davanti alla difesa, Spalletti collocherà Anguissa, Fabian Ruiz e Zielinski, calciatori in grande spolvero, perni della formazione azzurra dalla prima gara stagionale. Mentre il reparto offensivo sarà composto, da sinistra verso destra, da Insigne, Osimhen e Lozano. Il centravanti nigeriano è l’azzurro più in forma del momento, l’uomo copertina di questo Napoli, grintoso, aggressivo ed affamato di svolgere il suo ruolo, segnare a raffica e diventare uno dei numeri nove più forti del pianeta. Il Napoli è pronto a rialzarsi e ad agganciare nuovamente la vetta della classifica.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli