Marte, la Mars Express ne fotografa i fiumi

Dopo quanto scoperto nel 2018 dal radar Marsis, sul lago d’acqua salata sotto il Polo Sud di Marte e i più recenti dati rilevati dalla sonda Mars Express sui 24 laghi del pianeta rosso, nuove stupefacenti immagini, fotografate in HD dalla stessa sonda, hanno rivelato antichi letti dei fiumi di Marte.

Le immagini scattate dalla sonda Mars Express dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), testimoniano come il pianeta rosso sia stato in passato ricco di acqua, andando ad incrementare ulteriormente l’ipotesi di una vita passata.

In rapporto alle immagini, si evince come questi antichi fiumi, molto simili a quelli terrestri, con una struttura ad albero, con un canale principale e ricchi di affluenti, scorressero da Nord a Sud.

Secondo Enrico Flamini, insegnante all’Università di Chieti: “Sono immagini di altissima qualità che mostrano nei dettagli la struttura di questi antichi fiumi.

Inoltre Flamini ci spiega come l’area fotografata sia interessante per la sua posizione, poiché vicina al sito scelto per l’atterraggio del rover Rosalind Franklin, della missione ExoMars2020 promossa dall’agenzia spaziale russa Roscosmos e dell’Esa.

Questi fiumi, che miliardi di anni fa fluivano sul pianeta rosso, avevano scavato valli profonde nella regione degli altopiani meridionali, tra le più antiche del pianeta.

L’Esa, specifica che non è ancora del tutto certo che l’acqua che incrementava i fiumi, arrivasse dalle piogge, dalle sorgenti sotterrane o dallo scioglimento dei ghiacciai; L’unico dato certo è che l’esistenza di tali corsi d’acqua richiedeva un clima molto più caldo.

Dai dati raccolti e dalla fotografie, Flamini osserva, in merito all futura missione di ExoMars: “Aumentano quindi le aspettative per questa missione. E’ l’unica missione che avrà uno strumento teso a scoprire forme di vita.

Infatti, la missione ExoMars è volta nella ricerca di tracce di vita passate e presenti, diversamente dalle precedenti missioni che  si sono limitate a verificare se Marte, in base ai dati geologici,  abbia avuto le condizioni per poter ospitare la vita.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories