18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Lina Medina, a soli 5 anni diventa la mamma più giovane della storia

È uno dei casi più rari nella storia della medicina, il caso della giovane madre peruviana ancora non trova una spiegazione

Da non perdere

È il caso più raro della storia medica, quello di Lina Medina Vasquez, che a soli 5 anni concepì un figlio. 

Era il 1939, la piccola Lina è una bambina come tante altre che vive a Paurange, un piccolo villaggio peruviano ; ha solo 5 anni quando i genitori cominciano a notare un rigonfiamento  anomalo sul ventre.

I preoccupati genitori pensarono che potesse trattarsi di un tumore, la superstiziosa gente del villaggio pensò che fosse un serpente, ma la verità fu altrettanto inquietante: la piccola in realtà era incinta di sette mesi. 

Gerardo Lozada, il medico che prese in cura la piccola Lina, volle accertarsi di una tale realtà e sottopose la bambina a visite specialiste che non fecero altro che confermare la diagnosi.

Si cerca il colpevole 

Lo shock fu grande e la vicenda fece subito il giro del mondo provocando orrore, data la giovanissima età della futura mamma. Subito la polizia arrestò il padre, considerato il primo sospettato, che venne accusato di stupro e incesto. A causa della scarsità di prove però venne rilasciato poco dopo.

Fu individuato un altro sospettato, il cugino di Lina che aveva problemi mentali. La condizione instabile del cugino fece pensare che fosse più plausibile pensare a lui, ma ancora una volta non ci furono prove sufficienti  e venne rilasciato subito dopo.

La piccola non rivelò mai l’identità del padre di suo figlio, però c’è da considerare che la piccola, durante gli interrogatori, apparve sempre estremamente confusa per ciò che le stava accadendo. Il caso venne infine chiuso per mancanza di prove. 

Nel 1955, il giornalista Luis Leon affermò in un articolo che in molti villaggi peruviani si organizzavano regolarmente “ feste religiose” in cui si praticavano regolarmente stupri sui minorenni; ad oggi è probabile che questo è ciò che sia accaduto alla piccola Lina.

Un parto complicato 

  A causa della giovane età, e del corpo non sviluppato per portare avanti una gravidanza, la piccola Lina venne fatta partorire con il taglio cesareo; ciò comportò notevoli rischi che avrebbero potuto mettere a repentaglio la vita della giovane madre.

La madre della piccola successivamente confessò che sua figlia ebbe le mestruazioni già all’età di tre anni, ragion per cui gli specialisti stabilirono che si trattasse di un caso di pubertà precoce, estremamente raro.

Tutt’oggi la causa esatta della patologia è ancora sconosciuta.

Fortunatamente, il bambino che venne alla luce era sano e pesava 2,7 chilogrammi, e per coincidenza nacque nel giorno della festa della mamma, ossia il 14 maggio 1939. Al bambino venne dato il nome di Gerardo Medina, in omaggio al medico che aveva aiutato la piccola Lina a partorire.

Il piccolo crebbe senza sapere chi fosse la sua vera madre fino all’età di dieci anni, prima di allora gli venne detto che Lina fosse sua sorella.

Alla piccola Lina venne dato tutto l’aiuto necessario per mantenere il figlio: venne creata dal governo del Perù una commissione per la cura e la tutela del neonato. 

Lina oggi ha 87 anni ed è in buona salute, purtroppo Gerardo morì nel 1979 all’età di 40 anni per mielofibrosi.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli