L’amica geniale 2, finale di stagione: ascolti record Ancora ascolti straordinari per la serie tv "L'amica geniale 2"

_21secolo_TeresaGiordano
Elena e Lila

E’ ancora picco di ascolti per la fiction intitolata “L’amica geniale”, serie tv che racconta la Napoli del ‘900 in modo dettagliato e appassionato.

Il tv movie è tratto dalla tetralogia di romanzi di Elena Ferrante, pseudonimo dietro cui si cela la geniale autrice dei testi.

Lo sceneggiato riesce finalmente a ritrarre una città segnata dalle mille contraddizioni.

Genio e stoltezza, cultura ed ignoranza, meraviglia e orrore sono parte integrante della serie televisiva.

La seconda stagione, Storia del nuovo cognome, è andata in onda ogni lunedì su Rai uno, a partire dal 10 febbraio 2020.

Lila e Lenuccia sono due diamanti che splendono nello squallore della violenza e della grettezza mentale del rione.

Entrambe sono le narratrici e le protagoniste di un’amicizia colma di colpi di scena che ben illustra il temperamento ribelle dell’una e dell’altra.

La voglia di scrollarsi di dosso l’odore del rione, di Napoli e della sua dannazione eterna, spingono le due a mettersi alla prova fino allo stremo.

Le due ragazze effettuano una ricerca che tende a un miglioramento continuo.

La vergogna di nascondere il proprio accento campano in una città come Pisa, il desiderio di ribalta sociale ed economico, a cui il meridione sembra essere fatalmente destinato, sono i temi centrali su cui poggia la serie.

Storia del nuovo cognome si è guadagnata, ben presto, la fama di programma tv più seguito della serata del primo giorno della settimana.

E proprio ieri sera, si è chiuso in bellezza l’esperimento televisivo di Saverio Costanzo.

L’ultima puntata della serie è stata seguita da una media di quasi 7 milioni di spettatori.

Nulla da fare per reality come il Grande Fratello vip, il quale esce miseramente sconfitto, in termini di ascolto, dal confronto con la brillante rappresentazione televisiva partenopea.

Le due parti di cui si componeva l’episodio trasmesso ieri hanno registrato rispettivamente 7 milioni e centonovemila  e 6 milioni settecentoquarantaquattromila spettatori.

Il pubblico italiano, rapito dalla bellezza dello sceneggiato, reclama una terza stagione già confermata dal regista stesso.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories