lunedì 27 Maggio, 2024
23.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

La Turchia: un importante partner commerciale per l’Italia

La Turchia è un importante partner commerciale per il nostro Paese, con un interscambio annuo di quasi 18 miliardi di euro. E’ fondamentale dunque per le nostre imprese e per la nostra economia rafforzare i rapporti”, queste le parole racchiuse in un post su Facebook del ministro degli Esteri,  Luigi Di Maio.

Tale messaggio è stato pubblicato dopo breve tempo dall’incontro, ad Ankara, tra questi e il politico turco Mevlüt Çavuşoğlu.

Le ragioni

Il ministro Di Maio sostiene quindi la potenza di un efficiente rapporto commerciale fra Italia e Turchia. La nazione dell’Europa orientale è, infatti, uno dei principali Paesi cui è destinato l’export made in Italy.

L’intesa commerciale fra i due Paesi potrebbe essere uno dei motori principali per la ripresa di un’Italia caduta molto in basso sul piano economico, a causa della recente epidemia.

Il diplomatico straniero sembra essere pienamente d’accordo e propone un’intensificazione degli scambi fra le due parti.

Nel corso di una conferenza stampa,  in cui era presente lo stesso Di Maio, difatti, Çavuşoğlu ha asserito che metterà estremo impegno nel gestire il traffico di merci fra le due nazioni, aumentandone anche il volume.

Il politico turco è consapevole del grande ruolo che il bel Paese ha nel Mediterraneo orientale e afferma che una collaborazione mercantile dovrebbe restituirle la sua dignità da centro di cooperazione: non occorre più pensare all’Italia come luogo di conflitti.

La Farnesina

La Farnesina tutta evidenzia l’influenza positiva che potrebbe nascere da tale rapporto. Il Ministero degli affari esteri appoggia, quindi, il suo capo.

Di Maio ricorda che, oltre a rafforzare legami già presenti con alcuni Paesi, bisognerebbe anche aprirsi ad altre nazioni.

La formazione di un solido mercato consentirà alla nazione italiana di estendere la sua egemonia a livello commerciale e di fornire aiuto ad artigiani, imprenditori e startupper, ha aggiunto il ministro degli esteri.