Farnesina, ecco i voli per gli italiani all’estero La Farnesina sta predisponendo i nuovi voli per il rientro a casa dei nostri connazionali

L’emergenza coronavirus ha lasciato molti italiani bloccati all’estero, impossibilitati a rientrare in modo sicuro a casa.

Il ministero degli Esteri e l’unità di crisi della Farnesina, stanno predisponendo quindi una serie di voli speciali garantiti sia da Alitalia che da Neros da quei paesi in cui vi è più disponibilità di voli di linea.

Primi ad essere già disponibili sono quelli da Bucarest e Tunisi.

Da Bucarest abbiamo il volo AZ 8495 di venerdì 20 marzo e sabato 21 marzo per Roma Fiumicino, partenza alle ore 17.15 (ora locale), arrivo alle 18.25.

Le prenotazioni, come fa sapere l’ambasciata italiana in Romania, sono aperte da oggi.

Abbiamo poi il volo AZ 8863 di venerdì 20 marzo da Tunisi (Tunisia) a Roma Fiumicino, partenza alle ore 11.20 (ora locale), arrivo alle 12:45

La lista continua con i voli AZ 8801 di sabato 21 marzo da Algeri (Algeria) a Roma Fiumicino, partenza alle ore 12:00 (ora locale), arrivo alle 13:50

Per riuscire a venire incontro all’esigenza di molti italiani bloccati in Spagna, in particolare per coloro che hanno visto la cancellazione dei propri voli per il rientro a casa, Alitalia ha attivato dei voli speciali tra Madrid e Roma nelle date 19, 20 e 21 marzo.

Per quanto concerne gli altri Paesi, con tratte a lungo raggio, sono stati predisposti voli verso i paesi con collegamento diretto con l’Italia come: USA – New York JFK, CUBA – L’Avana HAV, BRASILE – Rio de Janeiro GIG e San Paolo GRU,  SUDAFRICA – Johannesburg JNB, INDIA – Delhi DEL,  GIAPPONE – Tokyo NRT e HND.

Per i voli a medio raggio abbiamo: GRAN BRETAGNA – Londra LHR, BELGIO – Bruxelles BRU, FRANCIA – Parigi CDG, Nizza NCE e Marsiglia MRS, GERMANIA – Francoforte FRA, Berlino TXL e Monaco MUC, SVIZZERA – Zurigo ZRH e Ginevra GVA.

La Farnesina, inoltre, informa che ad oggi è riuscita a facilitare oltre 90 voli e altre tipologie di collegamento; oltre 8.000 sono i connazionali che sono riusciti a rientrare in Italia da 14 Paesi.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories