4shared
15.2 C
Napoli
martedì, 18 Gennaio 2022

La rivincita degli SMS

L'indagine effettuata da Commify

Da non perdere

WhatsApp, Telegram, Messenger, sono alcune delle App con le quali, in un’epoca ormai digitale, gli utenti scambiano, quotidianamente, migliaia e migliaia di messaggi.

In cima alle classifiche dell’App Store e del Play Store, sembra quasi che non se ne possa più fare a meno.

Un modo semplice ed istantaneo per rimanere in contatto con le persone lontane, riuscendo, in un certo senso, ad accorciare le distanze.

Eppure, nonostante i molteplici vantaggi, sono ancora molti coloro che preferiscono utilizzare i cari e vecchi SMS.

Seppur considerati obsoleti e antichi, la loro efficienza non è da sottovalutare. Essi risultano essere ancora molto utili, poiché non richiedono l’impiego necessario di internet per comunicare con altri utenti, ma semplicemente un credito sufficiente.

Gli SMS hanno fatto la loro comparsa agli inizi degli anni ‘90, divenendo uno strumento efficace e molto più veloce rispetto alla classica telefonata.

Una vera e propria diffusione si è però verificata nel momento in cui gli operatori telefonici hanno scelto di introdurli nei loro piani tariffari, fornendo la possibilità di inviare e ricevere messaggi in qualunque momento.

Si è assistito alla comparsa delle abbreviazioni testuali, nonché delle emoticon (dapprima costituite da semplici puntini e parentesi, in seguito da faccine personalizzate).

Insomma, un’evidente inversione di marcia, messa in risalto da uno studio effettuato da Commify.

Ciò, probabilmente, dovuto al fatto che le App di ultima generazione hanno spesso riscontrato problemi di connessione, i quali hanno generato non pochi disagi.

Un graduale ritorno al passato? Staremo a vedere.

Ma nel frattempo, Stay Tuned!

image_pdfimage_print

Ultimi articoli