21.6 C
Napoli
giovedì, 26 Maggio 2022

Farmaci ed alimenti scaduti, chiusa casa di cura degli orrori nell’area nolana

Da non perdere

Farmaci ed alimenti scaduti, casa di cura lager nell’area nolana. Anziani curati con farmaci scaduti e sfamati con alimenti deperiti quasi da un anno.
A San Vitaliano, nel napoletano, i carabinieri denunciano la titolare di una casa di cura e sospeso l’attività.
Durante uno dei controlli programmati sul territorio insieme a personale dell’Asl ritrovano in dispensa farmaci scaduti e alimenti scaduti quasi da un anno.
I militari scoprono nei frigoriferi della cucina prodotti scaduti addirittura nel luglio del 2021. Si tratta di alimenti deperibili che già nelle normali condizioni di conservazione rischiano di alterare in fretta sapori e trasformarsi in una concreta minaccia per la salute.

Ironicamente, forse, sul sito della struttura viene proprio pubblicizzata la genuinità di pasti, preparati sempre in giornata. Mentre davanti ai militari si è svelata una realtà diversa.

Farmaci scaduti da quasi un anno somministrati normalmente agli ospiti

Ancora, farmaci di ogni tipo, anche quelli scaduti da quasi un anno, venivano somministrati agli ospiti della struttura in barba alle più basilari norme sanitarie e morali.

Denuncia immediata per la titolare della società che gestisce la casa di cura degli orrori. L’accusa è di commercio e somministrazione di medicinali guasti e alimenti in cattivo stato di conservazione di alimenti.

L’attività immediatamente sospesa e gli ospiti della struttura affidati ai familiari. Farmaci e alimenti sono stati sequestrati.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli