4shared
9.6 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Elio Germano l’attore romano dalla bravura poliedrica

Da non perdere

Maria Saviano
Maria Saviano nasce ad Ottaviano, il 20 Marzo 1996. Consegue il diploma di maturità Classica, presso il liceo Armando Diaz di Ottaviano e attualmente studia, Lettere Moderne, presso il dipartimento di Lettere e Filosofia dell' Università Federico II di Napoli. Ama scrivere, leggere, ascoltare musica, fotografare. Appasionata di calcio, segue e ama la Società Sportiva Calcio Napoli.

Elio Germano l’attore romano compie oggi 40 anni. Seppur giovane Germano è uno degli attori più apprezzati del cinema italiano. Elio Germano ha infatti vinto il premio come miglior attore sia al Festival di Cannes che a quello di Berlino. Ha inoltre vinto tre David di Donatello, tre Globo d’oro, un Nastro d’argento e tre ciak d’oro. Sono più di quaranta i film dove ha preso parte l’attore romano.

Uno dei particolari che rendono grande l’attore è il suo essere poliedrico, Germano, infatti, riesce a passare da ruoli comici a ruoli drammatici senza problemi.

La carriera cinematografica inizia all’età di tredici anni con il film “Ci hai rotto papà” con regia di Castellano e Pipolo.

La popolarità Elio Germano la raggiungerà nel 2004 con il film “Che ne sarà di noi” con la regia di Giovanni Veronesi. In questa pellicola riesce a raggiungere soprattuto il pubblico giovane. Infatti interpreta un ragazzo ribelle che va in vacanza a Santorini con alcuni amici.

Uno dei film che ha regalato maggiori soddisfazioni ad Elio Germano è sicuramente “Mio Fratello è figlio unico”. Il film nel 2007 con la regia di Daniele Lucchetti permetterà a Germano di conquistare il David di Donatello come miglior attore protagonista.

Altra pellicola importante è  stata “La nostra vita” del 2010 con regia di Daniele Lucchetti. Questo film permetterà a Germano di conquistare il David di Donatello come miglior attore protagonista. Ha vinto inoltre il Nastro d’argento come miglior attore protagonista e il Prix d’interpretation masculine al Festival di Cannes.

Bravura magistrale dimostrata anche nel film il “Giovane Favoloso” nel 2014 con regia di Mario Martone. In questa pellicola verrà sottolineata tutta la bravura di Elio Germano nell’interpretare il poeta Giacomo Leopardi. Interpretazione del ruolo drammatico che permetterà la conquista del David di Donatello come miglior attore protagonista. In questo film è evidenziata la poliedricità dell’attore anche nei ruoli drammatici.

Protagonista nel 2020 con il film “Volevo Nascondermi” ha interpretato la vita del pittore Antonio Ligabue. La pellicola è valsa la conquista dell’Orso d’argento come miglior attore al Festival di Berlino.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli