25.4 C
Napoli
lunedì, 3 Ottobre 2022

Covid, contagi triplicati tra i bambini: occupati i posti letto a Napoli

In un periodo complesso per definizione, il virus ci presenta difficoltà sempre nuove. Nelle ultime ore si fa strada un senso di apprensione per l'incremento dei contagi in età pediatrica. L'ospedale Santobono di Napoli è in affanno.

Da non perdere

Una pandemia dai mille nomi, dai mille volti e fatta di mille preoccupazioni. Non solo le varie forme del Covid, in evoluzione costante, divise tra Delta, Omicron e via discorrendo. Diverse sintomatologie con un solo, unico, comune denominatore: la necessità di fare attenzione, sempre. Questo discorso è valido ad ogni età, vale per adulti e bambini.

A questa attenzione costante si associa l’utilizzo dei nuovi dispositivi sanitari, una nuova vita. Ed ecco che ci ritroviamo a indossare mascherine, dimenticandole sul viso e ad igienizzare le mani all’uscita di ogni locale.

Ma ora, si sta facendo attenzione, non solo alle nuove forme del virus e alle modalità per arginarle. A destare l’interesse della comunità, accompagnato anche da dispiacere e apprensione, è l’aumento significativo dei contagi in età infantile.

Aumento dei casi Covid pediatrici: l’ospedale Santobono di Napoli è in difficoltà

Si assiste ad un incremento generale dei casi Covid tra i bambini. Infatti, il numero dei contagi risulta triplicato. E’ in seria difficoltà l’ospedale Santobono di Napoli, che la settimana scorsa ha aumentato i posti letto dedicati da venti a trenta. La stessa situazione si presenta al centro di riferimento regionale del policlinico Federico II, che accoglie i pazienti che si trovano in situazioni più gravi, provenienti da tutta la Campania e che ha qualche barella, oltre ai dieci posti assegnati. Dopo l’allerta dei giorni scorsi, la situazione è notevolmente peggiorata.

La necessità di tutelare il nostro futuro: i bambini

Un periodo che ci mette a dura prova, presentandoci sfide e difficoltà sempre nuove. Ora, però, si fa strada la necessità di proteggere ciò che di più puro e raro c’è al mondo; di difendere dal contagio chi, assorbito dal suo mondo di giochi e fantasia, non ha gli strumenti per farlo da solo: i bambini.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli