Concorso per 32mila docenti precari: al via a metà ottobre Più di 64mila le domande presentate, lunedì prossimo incontro tra sindacati e ministero dell'Istruzione

Dopo infiniti rinvii, dovrebbe finalmente svolgersi a metà ottobre il concorso straordinario per l’assunzione di 32mila docenti precari che, superando la prova, potranno ottenere la cattedra in tre anni nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Al concorso, per il quale sono state presentate oltre 64mila domande, potranno partecipare solo i precari con almeno tre anni di anzianità.

Previsto per lunedì prossimo, 28 settembre, l’incontro dei sindacati col ministero dell’Istruzione per l’informativa. Il 67,7% dei candidati al concorso per docenti sono donne, mentre gli uomini sono il 32,3%. Il 43,9% dei candidati ha tra i 31 e i 40 anni d’età. Per il 2021, si prevedono 50mila pensionamenti nella scuola.

La prova del concorso sarà unica e si svolgerà nella regione indicata nella domanda o, in base alla questione sanitaria, nella regione indicata appositamente per lo svolgimento della prova. Il punteggio minimo per superare la prova scritta è di 56/80 e sarà computer based, diversa per ciascuna classe di concorso e ciascuna tipologia di posto. Il tempo a disposizione sarà di centocinquanta minuti, più, ovviamente, gli eventuali tempi aggiuntivi previsti dalla legge.

La prova scritta per i posti comuni è articolata come segue:

  • cinque quesiti a risposta aperta, volti a verificare le conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche riguardo alle discipline oggetto di insegnamento;
  • un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte ad accertare la capacità di comprensione del testo al livello B2.

La prova scritta per i posti di sostegno è articolata in questo modo:

  • cinque quesiti a risposta aperta, il cui fine è la verifica delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilita’, delle conoscenze dei contenuti e delle procedure idonee agli alunni con disabilità;
  • un quesito composto da un testo in lingua inglese, più cinque domande di comprensione a risposta aperta su un testo di livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La prova scritta per le classi di concorso di lingua inglese sarà interamente in inglese e sarà composta da 6 domande a risposta aperta con l’obiettivo di valutare  conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche.

Stesso discorso per le altre lingue straniere.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories