Aperitivo da leccare, cult dell’Estate 2020 Il gelato rimpiazza i cocktail più apprezzati trasmutandone la consistenza

Per chi fosse stanco del solito classico aperitivo, ne arriva ora uno senz’altro più goloso. Spopola il gelato aperitivo.

L’idea è di un antico marchio, addirittura del 1878, la Venchi. Padroni dell’arte del gelato, hanno fornito agli italiani una validissima alternativa ad un momento della giornata ormai ben scandito.

La boutique del gelato che vanta già una scelta di ben 90 gusti si ritroverà ad aggiungere quelli dedicati alle bevande più amate che accompagnano l’usanza dell’aperitivo. E come potrebbe mancare un Bitter tutto da leccare? Il gelato sarà leggermente alcolico e dal gusto d’arancia.

Un happy hour che sovverte le regole del gusto e che offre al contempo un’opzione più pratica per questo rito. L’aperitivo, così facendo, potrà infatti essere consumato sia per strada che a casa, in un tempo in cui pensare di riunirsi con gli amici al locale preferito è ancora quasi un miraggio.

L’idea si presta brillantemente anche ad altri tipi di format, quale può essere un party, un percorso di degustazione o un aperitivo in spiaggia.

Spuntano immancabilmente a supporto di questa nuova offerta per l’estate 2020, alquanto travagliata per tutti i settori, dei nuovi brand.

La Leagel mette a disposizione delle gelaterie un “ice mix”, una sorta di kit preconfezionato per risolvere tutti i problemi che una preparazione alcolica comporterebbe per il mastro gelataio. Il pacchetto include anche un ricettario con le combinazioni alcoliche migliori.

Insomma, l’idea del gelato o del sorbetto alcolico era già propria degli ambienti più chic e delle attività più gourmet. Ma l’idea di trasformare l’aperitivo in una consistenza assolutamente nuova al palato ci accompagnerà positivamente verso una stagione con molti punti interrogativi.

Esiste tuttavia il rischio che la moda dell’aperitivo gelato non attecchisca, essendo l’aperitivo un po’ come il tea break, vivendo cioè delle proprie regole. Del resto, ci sono gelaterie che propongono gusti dal sapore orientale, come il tè verde, ma cosa ne penserebbe un vero british se gli sostituissero la tradizionale bibita con un gelato? Si troverebbe sicuramente un po’ spiazzato.

Gli italiani però sono un popolo fantasioso e che apprezza la buona cucina e l’innovazione che essa spesso porta con sé. Speriamo quindi che questa deliziosa iniziativa si apra ad un suo pubblico, guadagnando consensi pure tra i più scettici.

Print Friendly, PDF & Email

Giovane psicologa clinica laureatasi all'Università di Roma "La Sapienza" ed educatrice, appassionata di giornalismo e fotografia.

more recommended stories