Alessandro Borghese: il lusso della semplicità Tra cucina, televisione, ristoranti e libri

Eccellenza nel panorama gastronomico peninsulare, Alessandro Borghese arricchisce la sua carriera di chef con la costante presenza televisiva.

Eredita dalla madre Barbara Bouchet – famosa attrice degli anni ’80, ammirata anche per la sua spiccata bellezza – il feeling con il grande pubblico.

Primogenito dell’imprenditore Luigi, napoletano verace dal quale – presumibilmente – avrà appreso i piaceri della tavola partenopea, con tutte le sue caratteristiche.

Intraprende un percorso articolato, spostandosi tra diverse capitali, per poi rientrare in Italia e dedicarsi alla sua attività, tra le città di Roma e Milano. Nel 2017 apre il suo primo ristorante, dal nome simpatico e significativo: “Il lusso della semplicità”.

Dopo essere stato conduttore di “Cortesie per gli ospiti”, esordendo nel 2005, introduce nell’ambito televisivo il programma “Alessandro Borghese – 4 ristoranti”.

Per arrivare a una valutazione completa, vengono sommati i risultati di quattro parametri fondamentali: location, menù, servizio e conto.

Questa sfida vede, come protagonisti, diversi ristoranti dei vari angoli d’Italia. Ama autodefinirsi chef “eclettico e contemporaneo, con un forte richiamo alla tradizione”, in quanto capace di affiancare pietanze all’avanguardia (apprezzate particolarmente dai giovani della “movida” milanese) a cibi dal gusto più tradizionale (adatti a una clientela più matura).

Si dedica anche alla scrittura, diversificando i mezzi attraverso i quali arrivare ai suoi fan. Un esempio è “Cacio e Pepe, la mia vita in 50 ricette”, con il quale emerge il lato privato di Alessandro. Il racconto delle fasi della sua vita diventa parallelo all’elenco di ricette che hanno caratterizzato la sua esistenza.

Particolare il suo libro “Tu come lo fai?”, all’interno del quale ogni ricetta è abbinata a una canzone, nonché a una bibita. Con le sue doti comunicative, la sua abilità in cucina e le capacità sia come conduttore televisivo che come imprenditore, colpisce clienti e spettatori.

Mantenendo sempre un tocco di originalità, fa spiccare le sue grandi qualità: uomo semplice e dalle “mani preziose”.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories