4shared
7.7 C
Napoli
mercoledì, 19 Gennaio 2022

Acqua e caffè, cosa bere prima? Risponde la scienza

Quando ci si appresta a consumare un caffè al bar si nota che esso viene servito con un bicchiere d'acqua dinanzi al quale ognuno di noi, almeno una volta nella vita, si è posto la fatidica domanda: va bevuto prima o dopo il caffè? La risposta giunge dalla scienza.

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

Uno studio dell’Università di Trieste ha risposto ad un quesito che tutti gli amanti del caffè, almeno una volta nella vita, si sono posti, il bicchiere d’acqua, che accompagna la tazzina, va bevuto prima o dopo?

Esiste una motivazione che si cela dietro questa pratica, l’acqua serve infatti per ripulire la lingua e permettere di assaporare meglio i gusti degli alimenti ingeriti dopo, nonché per ripulire le papille gustative da sapori sgradevoli.

Essa assume quindi una duplice funzione, in base al momento in cui viene bevuta.

L’acqua bevuta prima del caffè permette di assaporarne meglio l’aroma, ripulendo il palato e preparando le papille gustative, si riuscirà ad apprezzare appieno l’aroma del caffè.

Bere l’acqua dopo il caffè risulta essere inutile quanto controproducente, perché spazza via il sapore della bevanda appena gustato.

“L’uso del bicchierino d’acqua prima dell’espresso è fondamentale per uno dei nostri sensori principe, la lingua. Per ottenere il massimo apprezzamento sensoriale occorre rimuovere il più possibile i residui che ostruiscono le papille gustative. Se bere acqua prima del caffè dà una valorizzazione sensoriale, berla dopo significa vanificare immediatamente il gusto del caffè, attraverso un lavaggio delle papille gustative”, ha affermato Moreno Faina, direttore dell’Università di Trieste.

Ci sono però alcuni casi in cui bere l’acqua dopo, perché ciò può essere utile.

In primo luogo quando il caffè bevuto non risulta essere gradevole, perché l’acqua deterge le papille gustative eliminando il sapore.

L’ulteriore motivazione è stata spiegata proprio dall’Università di Trieste, “alcuni prodotti possono avere delle astringenze perché realizzati con chicchi immaturi che creano una sensazione di secchezza delle fauci. In quei casi si sente la necessità di bere, ma è solo perché il prodotto ha un difetto e si genera un’astringenza che non dovrebbe esistere. Per un prodotto perfetto non c’è alcun bisogno d’acqua”.

Se bere l’acqua prima del caffè è una regola, sceglierne una naturale o minerale risulta essere una preferenza del consumatore, seppur la scienza offra un consiglio spiegandone la differenza.

L’acqua frizzante sembra essere più efficiente nell’atto di pulizia del palato, anche se l’effetto potrebbe essere troppo forte, rischiando di anestetizzare

L’acqua naturale, invece, essendo più delicata offre un accompagnamento neutro alla degustazione del caffè.

La temperatura dell’acqua non incide sulla degustazione della bevanda, variando quindi in base alle preferenze dell’utente.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli