4shared
5 C
Napoli
lunedì, 24 Gennaio 2022

Accadde oggi, 1869 nasce Mahatma Gandhi

Mahatma Ghandi, grande attivista e uomo di pace, è stato in grado di lasciare una traccia indelebile nel mondo e nella storia con il proprio pensiero.

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II
Mahatma Gandhi nasce il 2 ottobre del 1869 presso Porbandar da una famiglia della comunità modh, gruppo di commercianti, quindi di casta ricca e privilegiata, dalla quale riceve una ferrata istruzione.

A soli diciassette anni parte per studiare legge presso la University College di Londra, città dove Gandhi conosce ed assorbe abitudini inglesi vivendo come un vero e proprio gentleman.

Gandhi torna, al termine del proprio ciclo d’istruzione, in India dove lavora per la ditta Dada Abdullah & C., dalla quale sarà incaricato per una difesa in causa tenutasi in Sudafrica.
Qui egli entra in contatto con l’apartheid, la politica di segregazione razziale istituita nel 1948 dal governo di etnia bianca del Sudafrica rimasta in vigore fino al 1994, conoscendo, dopo esservi entrato a contatto, il pregiudizio razziale e le condizioni di semi-schiavitù nelle quali vivono i suoi 150 mila connazionali.

Sarà questa la spinta che lo porterà all’evoluzione. 

Gandhi comincia a tenere in Sudafrica una serie di proteste, petizioni e manifestazioni, tutte finalizzate all’arresto dei soprusi a sfondo razziale. Egli si oppose e si batté contro molte leggi inique raccogliendo l’approvazione di una vasta schiera di suoi compatrioti abitanti nello Stato sudafricano.

Prende il via la più lunga battaglia della sua carriera che lo rese uno dei personaggi più conosciuti e ammirati di tutto il mondo.

Complice il suo impegno e i suoi sforzi a favore del mantenimento e del rispetto dei diritti umani e civili del suo popolo.

Inizia una serie di attività fuori dalla norma per la sua posizione, inizia a praticare il digiuno, si taglia da solo i capelli, pulisce le latrine, attività riservata alla casta degli intoccabili, che Gandhi amava definire harijan, figli di Hari (Dio), invitando i suoi seguaci ad opporsi alle leggi razziali senza ricorrere alla violenza.

Migliaia di indiani, imprigionati e frustati, muoiono per la battaglia che sarà definita in seguito, grazie ad un concorso su Indian opinion, satyagraha.

Gandhi, il quale ripudiava la violenza come strumento politico, riuscì a diffondere i propri ideali anche in Europa, seppur questa fosse più civilizzata, industrializzata e avesse una cultura più diffusa dell’India. L’Europa, dal canto suo, soffriva ancora a causa della Prima Guerra Mondiale, quindi le correnti di pensiero pacifiste contro la guerra e la violenza, in piena continuità con gli ideali di Gandhi, trovarono terreno fertile.

Gandhi è stato un grande pacifista, con il proprio esempio ed i propri ideali è stato in grado di ispirare movimenti pacifisti e di difesa dei diritti civili in tutto il mondo e nel corso della storia, come ad esempio quelli di Martin Luther King, Nelson Mandela, Aung San Suu Kyi, e Marco Pannella.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli