Rione Sanità di Napoli: blitz anticamorra

Oggi, martedì 26 novembre 2019, si è svolto un blitz anticamorra nel rione Sanità, rione di Napoli, che appartiene alla Municipalità 3 Stella-San Carlo all’Arena.

Le forze dell’ordine in collaborazione con la DDA stamane, alle prime luci del mattino, hanno effettuato 19 misure cautelari. di cui 18 in carcere e una ai domiciliari.

Le 19 persone sono accusate di essere membri della camorra.

Le accuse mosse alle 19 persone sono di vario tipo come:

  • associazione dedita al traffico di droga ed estorsioni, aggravate dal metodo mafioso
  • associazione a delinquere di stampo camorristico

Fra coloro che hanno ricevuto tali misure cautelari è presente anche Ciro Mauro, capoclan dell’area detta “zona dei miracoli”.

L’uomo ha 67 anni ed è conosciuto in zona con il soprannome “o milionario”.

Dalle indagini condotte dalle forza dell’ordine di Napoli è emerso che il clan Mauro nel rione Sanità imponesse un pizzo da un minimo di mille euro ad un massimo di ventimila euro.

Inoltre è stato messo in evidenza dai carabinieri il forte clima di omertà presente nella zona.

Infatti molti commercianti e imprenditori non hanno mai denunciato di essere vittime di estorsione in quanto temevano ripercussioni da parte del clan “Mauro”.

L’operazione condotta dai carabinieri di Napoli, in collaborazione con la DDA è stata denominata “Stella nera”.

Grazie a questa indagine è stato possibile tracciare i cambiamenti nel sistema criminale del rione Sanità negli ultimi anni. Si è riscontrato il ruolo fortemente attivo del clan Mauro nei traffici illeciti del rione.

L’operazione ha avuto luogo grazie a:

  • costanti intercettazioni ambientali e telefoniche
  • monitoraggio e controllo  di persone legate alla famiglia Mauro.
  • dichiarazioni di pentiti.
Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories