4shared
8.4 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Trema l’economia mondiale a causa della pandemia

Da non perdere

Trema l’economia mondiale a causa della pandemia. Quella che si registra oggi è la crisi economica più grave dal secondo dopoguerra. Il covid-19, che continua a devastare ampie regioni del pianeta, ha portato come conseguenza gravi danni non solo alla nostra salute, ma anche nell’economia reale e nel mercato del lavoro di molti Paesi.

La situazione è critica e devastante in tutto il mondo. Anche negli Stati Uniti il quadro generale non è per niente florido. Qui gli analisti prevedono nel secondo trimestre un calo del Pil di quasi il 35%.

Probabilmente si avranno crolli di produzione decisamente più gravi di quelli avuti durante la Grande Depressione e negli anni Trenta del  Novecento. Anche in Europa, nonostante sia stato recentemente trovato l’accordo sul Recovery Fund per impiegare risorse comuni e arginare il tracollo, lo sfondo è critico.

Un altro fenomeno che sta allarmando e che ritroviamo ultimamente in molti Paesi, è quello dell’incremento assai rilevante del tasso di disoccupazione. Secondo l’Istat in Italia in un solo anno sono stati persi oltre 752 mila posti di lavoro. I giovani sono quelli maggiormente a rischio, poiché lavorano nei settori più colpiti dalla crisi pandemica. Trema dunque anche l’occupazione mondiale, sempre più in caduta e preoccupante.

Si sono create anche delle forti disuguaglianze tra le famiglie. C’è chi durante la pandemia, anche non potendo continuare a lavorare, ha potuto utilizzare i propri risparmi, ma c’è anche chi non avendone ha dovuto di conseguenza tagliare i propri consumi. Si sono create in questo modo delle disuguaglianze anche tra gli stessi Paesi, poiché vi sono quelli che hanno  delle risorse più robuste e quelli con risorse più scarse.

Anche per quanto riguarda la questione della ripresa vi sono delle differenze tra i vari Paesi di cui bisogna tener conto. Vi sono alcuni che presentano tutte le condizioni per far ripartire l’economia, altri invece in cui queste condizioni non esistono ancora.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli