4shared
9.6 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Spaccio di stupefacenti a Barra, 7 fermati

Da non perdere

Domenico Papaccio
Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

Nella tarda giornata di ieri, un gruppo di 7 persone è stato fermato dagli agenti del Commissariato San Giovanni-Barra, con l’accusa di spaccio di stupefacenti, prevalentemente hashish e alcuni grammi di cocaina, nei pressi dell’area della Circumvesuviana, sita in via Murella.

Gli agenti, intenti ai controlli di routine contro gli assembramenti previsti dal dpcm, hanno fermato i giovani, tutti provenienti dall’area nordafricana, dopo aver notato un sospettoso via vai e un certo tipo di confabulare e ammiccare tra loro.

Al fermo, gli agenti hanno rinvenuto circa 30g di hashish a forma di involucro, occultati nei pantaloni di uno dei giovani, Mohammed Ktimi, di nazionalità marocchina, di età 20. Da qui sono scattate le manette per il marocchino, con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti.

I restanti giovani, sono stati condotti al commissariato per accertamenti.

Uno dei fermati, Mohammad B., è risultato essere irregolare clandestino sul territorio nazionale e con precedenti di polizia, venendo denunciato per ingresso e soggiorno illegale in Italia.

I sette giovani magrebini sono stati tutti denunciati per concorso in spaccio di stupefacenti e per violazioni delle norme finalizzate al contenimento del contagio da Covid-19.

Il servizio di controllo alle norme covid-19, degli agenti delle forze dell’ordine, ha portato alla scoperta di numerosi punti di spaccio di stupefacenti, tra l’area provinciale e centrale del capoluogo partenopeo.

Segno evidente che lo stato di pandemia, affrontato dal territorio nazionale, non ha taciuto le piazze di spaccio di stupefacenti. Soprattutto nei grandi centri di rifornimento, capaci di riorganizzarsi con sistemi di distribuzione alternativi alla canonica “piazza”.

Caso emblematico si è infatti riscontrato nell’area di Torre Annunziata, dove due giovani in sella ad uno scooter, nel cercare di saltare l’alt ad un posto di blocco, disposto per i controlli delle norme covid, sono risultati in possesso di piccoli quantitativi di stupefacenti pronti per lo smercio.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli