4shared
23.2 C
Napoli
domenica, 20 Giugno 2021

Scoperta la proteina che aumenta le cellule tumorali

Scoperta dai ricercatori dell'Università di Toronto, Canada, una proteina che causa un'accelerazione della crescita dei tumori rendendoli aggressivi

Da non perdere

L’acceleratore molecolare che comporta maggior crescita e aggressività dei tumori è la proteina Nuak2, scoperta da un equipe di ricercatori coordinati da Liliana Attisano dell’Università di Toronto, in Canada.

I resoconti della ricerca, pubblicata su Nature Communications, potrebbe portare in futuro a terapie con cui contrastare i tumori e la loro crescita.

La proteina Nuak2 accelera la crescita delle cellule tumorali permettendo a una coppia di molecole, Yap e Taz, di sabotare la genetica della cellula sovreccitandola per favorirne la riproduzione.

Le molecole sabotatrici si uniscono così al DNA, sovraccaricando i geni che governano il ciclo cellulare.

Tra gli stessi geni c’è anche Nuak2, che reso iperattivo, produce più proteina favorendo l’entrata di più molecole sabotatrici.

Dai primi esperimenti condotti sui topi si evince come, arrestando questo meccanismo, si arresti anche il progredire del tumore.

Infatti, l’equipe dell’Università di Toronto, ha reso inoffensivo la proteina Nuak2 nei topi usando farmaci o la manipolazione genetica.

I risultati hanno portato ad una diminuzione delle cellule tumorali della mammella e a un rallentamento della crescita in vitro.

L’obiettivo dei ricercatori è quello di creare delle molecole capaci di indebolire la proteina stessa e ciò che ne consegue.

Per adesso le uniche sperimentazioni sono state fatte sui topi.

La ricerca è ancora nella fase embrionale e la strada che porta all’uomo è ancora lunga e lontana.

Infatti secondo la ricercatrice e coordinatrice della ricerca Liliana Attisano:” Serviranno almeno dieci anni per poter sviluppare un farmaco: per prima cosa bisognerebbe testarlo sugli animali per verificare se funziona, ma ancora non ci siamo arrivati.

Inoltre spiega che:” Nuak2 potrebbe essere usato come marcatore, nell’ambito della medicina personalizzata, per identificare pazienti con tumori aggressivi che possono beneficiare del trattamento con gli inibitori. Al momento sappiamo che Nuak2 gioca un ruolo importante nel tumore della vescica, ma non possiamo escludere che sia coinvolta anche in altri tipi di tumore.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli