martedì 05 Marzo, 2024
15.3 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Riflessione sulle epidemie: la Giornata istituita dall’ONU

Una Giornata di riflessione sul tema delle epidemia è stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU, per sostenere l’importanza della prevenzione, della preparazione e della collaborazione contro le epidemie.

Le epidemie e le pandemie, nel corso della storia, sono state numerose. Nel tempo, i progressi scientifici ci hanno aiutato nella lotta alle infezioni ma, con l’emergenza di nuovi patogeni, l’umanità si ritrova sempre a dover affrontare modalità e velocità di trasmissione imprevedibili e a condividere conseguenze devastanti, che possono essere mitigate soltanto da Sistemi Sanitari che abbiano investito sufficienti risorse nel prepararsi a tali eventi.

Questa Giornata di riflessione cade nella data di nascita di Louis Pasteur, il chimico e microbiologo francese, responsabile del lavoro pionieristico sulle vaccinazioni.

Per il Segretario Generale dell’ONU,  “Questa prima osservanza della Giornata internazionale di preparazione alle epidemie cade alla fine di un anno in cui uno scenario che molti avevano temuto si è tragicamente avverato. Mentre ci sforziamo di controllare e riprenderci dall’attuale pandemia, dobbiamo pensare alla prossima”. Ha inoltre sottolineato la necessità di sistemi sanitari e di protezione sociale forti, di sostegno alle comunità in prima linea e di cooperazione tecnica per i Paesi.

Allo stesso modo, Volkan Bozkir, Presidente dell’Assemblea Generale, ha sottolineato che la “devastante esperienza” della pandemia COVID-19 ha reso chiari i benefici della lotta contro le epidemie. In un messaggio separato, Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità delle Nazioni Unite (OMS) ha sottolineato l’importanza di un “approccio unico alla salute”, che integri la salute umana, la salute degli animali e la salute delle piante, oltre ai fattori ambientali.

Ciò è tanto più importante se si considera che il 75% delle malattie infettive umane nuove ed emergenti sono zoonotiche, causate da germi che si diffondono tra gli animali e le persone. La vera preparazione non è solo un compito del settore sanitario, ma richiede un approccio onnicomprensivo per tutti i governi e per tutta la società”.

Dora Caccavale
Dora Caccavale
Nata a Napoli (classe 1992). Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Autrice del libro "Lettere di Mattia Preti a Don Antonio Ruffo Principe della Scaletta" AliRibelli Editore. Organizzatrice di mostre ed eventi artistici e culturali. La formazione rispecchia il suo amore per l'arte in tutte le sue forme. Oltre alla storia dell'arte ha infatti studiato, fin da bambina, danza e teatro. Attualmente scrive per la testata XXI Secolo.