venerdì 24 Maggio, 2024
23.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Napoli, la corsia mancina resta ancora incustodita

È tempo di mercato, forse già da alcune settimane, eppure sono pochi i colpi che testimoniano questo arco temporale. Rari club hanno mosso i primi passi, limitati sono stati i trasferimenti clamorosi, escludendo la questione legata al Barcellona e a Lionel Messi. Il mercato del Napoli, infatti, fatica a decollare, ancora nessun affare pare sia andato in porto. Aurelio De Laurentiis ha già sondato il terreno per diversi calciatori, i contatti stanno proseguendo costantemente. Nonostante il recupero di Faouzi Ghoulam, mister Spalletti ha bisogno necessariamente di un terzino sinistro; per il momento, nessuna anima viva è ancora giunta all’ombra del Vesuvio.

Emerson Palmieri: il prescelto per il Napoli di Spalletti

Il patron azzurro e Cristiano Giuntoli, ds del Napoli, infatti, non hanno intenzione di mollare Emerson Palmieri: il difensore italiano resta l’obiettivo principale di questo mercato. La trattativa con il Chelsea, però, si è rivelata più difficile del previsto. Il club azzurro attende da tempo un segnale d’apertura dal club inglese, confidando in quello spiraglio di speranza ancora visibile. La corsia mancina resta una priorità, il nome del terzino attualmente è il più papabile, secondo le preferenze dell’allenatore toscano.

Accapparsi un calciatore dal calibro del fresco vincitore dell’Europeo, non è un’impresa facilmente realizzabile. Come i Blues, anche il Napoli non molla un centrimentro e puntualmente prosegue i propri assalti alla conquista di Emerson. Malgrando la costante insistenza, il ds degli azzurri, però, si è anche guardato intorno e pare aver bussato nuovamente alla porta del Lille per Reinildo Mandava.

Il terzino originario del Mozambico, difatti, è ritornato ad essere uno dei candidati principali per la corsia mancina, scalando le gerarchie delle preferenze di Giuntoli. La richiesta del Napoli per il calciatore è stato il prestito con obbligo di riscatto. Secco no del club francese, il quale intende monetizzare e cedere Reinildo soltanto a titolo definitivo. Il valore del suo cartellino si aggira intorno agli 8 milioni di euro, cifra non impossibile da raggiungere. Ma gli azzurri hanno bisogno prima di cedere alcuni giocatori della rosa, Tutino tra tutti, per affondare il colpo di mercato.

Il ritorno di Faouzi Ghoulam: sarà l’arma in più degli azzurri?

La speranza è stata l’ultima a morire, alla fine è stato visto un luminoso bagliore di luce alla fine del tunnel: Faouzi Ghoulam è ritornato agli ordini di mister Spalletti e chissà forse nell’undici titolare del mister. Un’ardua ed ostica scalata, durata circa quattro anni. I tormenti e il cruccio hanno bussato alla sua porta dal 2017, a partire da quel momento non è riuscito ad avere pace. Dalla rottura del crociato a quella della rotula, passando per il malessere costante.

Un calvario terrificante, se si aggiunge anche la rottura dell’altro crociato. Chiunque forse si sarebbe fermato ed avrebbe riflettuto sul suo futuro; non Faouzi, però, il quale, più determinato che mai, è riuscito a tornare ed ora è pronto per regalare nuovamente spettacolo. Indipendentemente dall’arrivo di Emerson o Mandava, Ghoulam potrebbe rivelarsi l’arma in più di mister Spalletti, siamo finalmente pronti ad ammirare le sue cavalcate repentine sulla corsia mancina.